Tecnologia e non solo

ottobre 19, 2011

Image deblurring

Filed under: image-processing — telperion @ 7:36 pm

Demo di image-deblurring del (probabile) prossimo Photoshop.

Link al video.

A quando qualcosa di simile per Gimp o Gmic?
No meglio perder tempo a riscrivere Gimp in GTK3 …
Cambiare tutto per non cambiare niente …

Cito un commento di mutek che condivido nella sostanza:

E’ tutta una inutile mega fuffa.
Con le GTK2 puoi creare i mostri, arrivare alle 3 è solo un vezzo…
ma se vuoi fare applicazioni erano largamente sufficienti le 2.
Invece di migliorare decisamente le applicazioni in modo veloce perdono una quatità immonda di tempo a rincorrere le librerie di appoggio.
E’ un super truman show…
i fatti reali si vedono altrove, iOS produce tonnellate di applicazioni utili a tutti e gli sviluppatori usano quello striminzito set di API, purtroppo il risultato è un gabbia senza chiave, però il modello è valido…
ovvero dammi questa cavolo di API e lasciami sviluppare in pace per anni.
Non è un caso che Windows 98/XP hanno vinto su tutti.

Una ulteriore conferma della follia della sarabanda di librerie viene dalla sviluppatore di Gmic, (l’articolo qui), che in sostanza dice che quando i pluging esistenti di gimp dovranno essere convertiti a chiamate GEGL, vista la mole di lavoro, non sa ne ne avrà voglia, e se non ci sarà un layer di compatibilità con l’attuale sistema di plugin, smetterà di sviluppare gmic_gimp e continuerà a fornire il solo gmic a riga di comando stand-alone.

Articolo sulla roadmap di gimp.

9 commenti

  1. Gimp per dire ha il plugin per eliminarti dalla foto da molto prima di Photoshop. Dovremmo dire che quelli di photoshop hanno perso anni a fare che?
    Dai Telperion, non si può ragionare così.

    Commento di guiodic — ottobre 19, 2011 @ 8:43 pm

    • “iOS produce tonnellate di applicazioni utili a tutti”

      No vabè, per favore. Tonnellate di merda e qualche applicazione utile.

      Commento di guiodic — ottobre 19, 2011 @ 8:45 pm

  2. Guido devi guardare il quadro generale non i particolari. il continuo cambio di librerie e relative rotture delle api, invece che consentire migliori e nuove funzioni, non fa che portare a perder tempo per riscrivere 10 volte la stessa cosa, quello è il senso, che poi motek citi ios è irrilevante.
    É vero gimp ha resyntetize, peccato che non sia un progetto ufficiale ma esterno, non cagato una virgola dai dev gimp, poi abbandonato per anni dall’autore, e che funziona peggio del fill content di ps.
    Adesso che esce gimp 2.8 (che uso da tempo nelle versioni 2.7.x git) vedrai la massa di plugin esterni che vanno a puttane e si spera che i rispettivi dev mettano a posto, ovviamente perdendoci molto tempo a fronte di nessuna vantaggio o innovazione.
    La compatibilità col passato (tramite chiamate wrapper o con qualsiasi altro accorgimento) è completamente assente ormai, determinando scazzi e abbandono di pezzi di software importanti.
    Il tutto per cosa poi?
    “E’ tutta una inutile mega fuffa. E’ un super truman show… “

    Commento di telperion — ottobre 19, 2011 @ 9:37 pm

  3. qui si entra però più in ambito di produzione che di sviluppo. Non essendoci un vero collegamento tra chi usa e chi sviluppa, succede che chi crea un sw non necessariamente lo usa per produrre, ma lo crea come “sfida” per generare determinate operazioni o soluzioni (magari attraverso dei percorsi molto complessi ed inutili). Quindi può essere una sfida interessante portare in gtk3 gimp, quando a chi lo usa non interessa in nessun modo (perché magari lo usa su kde:-)). Purtroppo c’è più concretezza negli aspetti meno visibili del sistema piuttosto che su quello che appare… Bisognerebbe che quelli che usano i sw comunicassero di più con gli sviluppatori e gli sviluppatori fossero meno “nerd”…

    Commento di luca — ottobre 20, 2011 @ 8:47 am

    • “Quindi può essere una sfida interessante portare in gtk3 gimp”
      appunto, “se la suonano e se la cantano rimirandosi il gingillo”, devono far vedere come sono bravi farsi notare, il software prodotto è del tutto secondario.
      Sono sempre più dell’idea che, con le dovute eccezioni, se ne freghino altamente dell’utente finale, producendo “gingilli” che sono perlopiù demo tecnologici fine a se stessi, se poi devi usarli ti adatti e cazzi tuoi, gnome-shell è l’apoteosi di questa visione malata.

      Commento di telperion — ottobre 20, 2011 @ 12:05 pm

      • gnome-shell è un modo come un altro per far sapere a “quelli” di android che, volendo, c’è anche questa simpatica interfaccia shell… detto questo gnome-shell non mi dispiace, ma mi dovrebbero spiegare perché non posso spegnere il pc dal mio account, ma posso cambiare utente (cosa che avviene di rado visto che un pc viene usato per l 99.9% da un unico utente)… magari perché è la versione 3.0 e dalla 3.2 cambia, ma dà abbastanza l’idea di come lavorano con il pc… del resto un desktop non cliccabile e che fa solo da sfondo ipotizza un uso esclusivamente su tablet, ma siamo sicuri che:
        1) ci sarà mai un tablet che integra gnome-shell
        2) se per caso si verificasse il punto 1 allora qualsiasi utente vorrà vedere i suoi file sul desktop come avviene per il 99% degli utenti
        se poi qualcuno mi risponde: ma c’è kde! gli chiedo se in termini di usabilità è “umano” mettere tutte quelle specifiche senza magari raggrupparle in tematismi già confezionati (se poi un vuole farsi su misura il DE, allora si sceglie un personalizzato scegliendo tutto ciò che vuole)

        Commento di luca — ottobre 20, 2011 @ 12:29 pm

  4. @luca
    OT per spegnere: dal menu che appare sul nome (in alto a dx) vai su sospendi e premi il tasto alt. /fine OT

    Commento di deer — ottobre 20, 2011 @ 4:46 pm

  5. Il punto resta la totale instabilità della piattaforma, kernel, api delle librerie UI, tutto cambia in maniera vorticosa e nulla attecchisce e cresce.
    Sempre solo sconvolgimenti continui.

    “se la suonano e se la cantano rimirandosi il gingillo”

    Commento di telperion — ottobre 20, 2011 @ 5:33 pm

  6. L’instabilità della piattaforma presente anche con Unity…chi mi spiega perchè solo a stare acceso senza null’altro i 3 dei miei 6 processori lavorano al 10% ???
    Mentre con 7 acceso i processori stanno tutti a zero?

    Commento di sphinx — ottobre 20, 2011 @ 5:51 pm


RSS feed for comments on this post.

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: