Tecnologia e non solo

maggio 18, 2011

Gnome: i fondamentali.

Filed under: Gnome — telperion @ 12:32 pm

Quello che ci deve essere, per avere il pc comodamente sotto controllo.

Image Hosting

Nell’ordine,
dockbarx, inarrivabile lanciatore più selettore finestre, con anteprime e integrazione zeitgeist, la soluzione più razionale nell’uso degli spazi, per avere sottocchio tutto quel che serve per la gestione dei programmi preferiti e quelli in esecuzione. Tutto il resto è noia.

Sensori temperature per vedere al volo se è tutto in ordine.

Frequenza cpu per impostare e monitorare la cpu.

Monitor di sistema consumo cpu, ram e uso disco, in pochi millimetri, il controllo completo del so, se un programma impazzisce e consuma cpu, lo vedete al volo, idem se la memoria occupata sta raggiungendo il massimo, o se il disco viene usato in lettura o scrittura.
“Houston, abbiamo un problema” è un messaggio, che eventualmente, vedrete solo qui.

Piccola nota, i colori di default del monitor di sistema non sono molto azzeccati per chiarezza (in tradizione floss), io li cambio sempre in
Image Hosting
cpu: rosso – utente
ram: verde scuro – ram, verde chiaro cache
disco: rosso – scrittura, verde – lettura.

Netspeed se qualcosa non va nel trasferimento file, sia in rete locale o wan, lo vedete immediatamente.

Selettore spazi lavoro utile non tanto per cambiare spazio lavoro, ma sopratutto per le miniature delle finestre aperte nei vari spazi. Vi evita di lasciare aperte per dimenticanza, 10 finestre negli altri spazi.

Ovviamente non possono mancare il menu, quello singolo per risparmiare spazio, e l’area di notifica.

Consigliato anche Synapse.

Condire il tutto con una accurata selezione di effetti compiz, un giusto mix tra cose pratiche e un po di scenografia.

Tutto il resto è noia o accademia, come gli inutili conky sempre coperti dalle finestre e quindi non visibili, le variopinte barre che fanno solo folklore, desklet o plasmoidi che soffrono dello stesso problema di conky.

Annunci

7 commenti

  1. ti sei organizzato bene 😀

    Commento di picchiopc — maggio 18, 2011 @ 2:10 pm

  2. Sostituirei Synapse con Kupfer, molto più completo anche se occupa 12MB di ram contro 8-9 di Synapse

    Commento di Diego — maggio 18, 2011 @ 4:05 pm

  3. Più o meno ho la stessa roba sul mio KDE, peccato non ci sia una dockbar decente 🙂

    Commento di Bl@ster — maggio 18, 2011 @ 5:04 pm

  4. Anch’io uso una configurazione simile. Le uniche differenze sono:
    – le temperature (non le tengo, ma sarà il caso di metterle)
    – per la rete uso ancora monitor di sistema, ma non gli cambio i colori…

    Commento di gain — maggio 18, 2011 @ 5:44 pm

  5. Più o meno usi le stesse impostazioni che usavo io con gnome ( a parte docbarx, che non era molto stabile all’epoca, sostituito con talika, con meno funzioni ma con l’unica di cui avevo bisogno, la task bar di sole icone).
    Solo una cosa: non mischiare i plasmoidi con conky e le desklet. Gli ultimi stanno sempre sotto le finestre, i plasmoidi, quando servono li fai emergere con un colpo di tastiera (almeno su kde 4.6, non so quando è stata introdotta questa funzione fantastica, su opensuse è impostato ctrl-F12).

    Commento di drake762001 — maggio 18, 2011 @ 11:08 pm

    • plasmoidi con conky e le desklet hanno tutte il medesimo problema:
      fanno scena e non servono a nulla.
      Avere dei monitor significa che devono essere sempre visibili, significa anche che devi saper interpretare i segni che vedi. Se tutto avviene con gli indicatori coperti da una finestra, gli stessi sono inutili.
      Servono solo a sentirsi tanto hacker …
      Se parte improvvisamente una lunga scrittura su disco, o la cpu risulta costantemente impegnata al 30%, senza motivo apparente, io lo vedo al volo ed indago sul perchè accade.
      I plasmoidi “a comando” servono a nulla, per la legge di murphy, se capita qualcosa, sarà nel momento in cui non li guardi.

      Commento di telperion — maggio 19, 2011 @ 3:55 pm

      • QUOTO IN PIENO.
        Però conky configurato a modino….fa tanto figo 🙂

        Commento di Scugnizzo — maggio 20, 2011 @ 10:38 am


RSS feed for comments on this post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: