Tecnologia e non solo

maggio 1, 2011

La natty perfetta.

Filed under: Altre distribuzioni — telperion @ 7:13 pm

In pochi passi.
Gnome classic, impostazioni degli effetti ad hoc col ccsm (con qualche grana), pulsanti a destra, dockbarx da ppa, menù singolo per risparmiare spazio e un solo pannello in basso (o in alto a scelta):

75366935408764372246.jpg

Profilo compiz ccsm

Dockbarx:
sudo add-apt-repository ppa:dockbar-main/ppa
e installare dockbarx.

Installazione synapse per ricerche (con zeitgeist) veloci da ppa:

80256926574493834024.jpg

sudo add-apt-repository ppa:synapse-core/ppa
e installate synapse.

Spazi lavoro (compiz wall 2×2):

45220313986283486379.jpg

Esposè (compiz scale):

13625729668894148918.jpg

Switch applicazioni super-tab (compiz):

88361592324484589048.jpg

La perfezione …

Ora a che caspita servono unity, global menu e lazzi&mazzi vari?

PS le barre grigie in alto e in basso delle schermate sono di virtualbox

Addendum:
se alcune applicazioni non sono in italiano, aprite gestione lingue e verificate che ITALIANO sia il primo della lista, eventualmente trascinatelo in cima e poi Applica Globalmente.

94839845182850321481.jpg

Per i pulsanti firefox e preferiti, la cui sparizione dipende da (quella fetecchia IMHO di) Unity e global menu, su gnome classic è tutto regolare:

45751739835916612588.jpg

Ora potete smenarmela fino a capodanno con unity o gnome.shell, ma quella riportata con dockbarx, synapse e un solo pannello, è la soluzione ottimale per spazio ergonomia per un pc che NON sia un tablet, o un giocattolo per bimbominkia.

Ho detto!

Nota: nella stesura dell’articolo e nella prova, nessun narvalo è stato ferito o maltrattato.
Sono stati maltrattati invece il ccsm, e sono periti nel corso del test unity e il cazzo di globalmenu, del quale non sentiamo alcuna mancanza, che possano riposare nell’inferno dei toccoschermi.

Altre possibili personalizzazioni:

Disabilitare le nuove scrollbar

Image Hosting

Installare il Mint menu

Image Hosting

Medibuntu
Indispensabile per tutti i codec e lettura dvd.

Da servire con wallpaper, tema icone, gtk2 e metacity a piacere, e una fetta di limone.

91887713215659952643.jpg

14 commenti

  1. Anche io ho realizzato la natty perfetta: LXDE e via. I desktop minimali non servono solo per l’hardware datato alla fin fine!😀

    Commento di aleritty — maggio 1, 2011 @ 10:32 pm

  2. Boh a me i minimali mi fanno cacare compreso xfce che tanto minimale non è.
    Quanto a prestazioni, quello che vedete nelle schermate va una scheggia in VIRTUALBOX!!!

    Commento di telperion — maggio 1, 2011 @ 11:05 pm

  3. Tutta questione di gusti, a me piace perfezionare il minimo dettaglio ma capisco che per altri non sia così!

    ti sfido però a comparare il tempo di avvio di quello con il tempo di avvio di openbox (o qualsiasi altra *box)! Ovvio che poi non è quello il parametro che conta!

    Commento di aleritty — maggio 1, 2011 @ 11:15 pm

    • Si chiaro, ma il punto non è tanto DE vs DE, ma DE come li conosciamo VS cacate concettuali come Unity o Gnome-shell, che il diavolo se li porti.
      LOL
      Poi io uso debian Sid con gnome 2 e quelle cose che vedi sopra, all’incirca.
      Il narvalo sta nell’acquario di virtualbox.

      Commento di telperion — maggio 1, 2011 @ 11:18 pm

  4. “è la soluzione ottimale per spazio ergonomia per un pc che NON sia un tablet”

    no.

    Commento di Shiba — maggio 3, 2011 @ 7:22 am

    • SI!
      Mille volte meglio di quelle merde di unity e globalmenu della cippa.

      Commento di telperion — maggio 3, 2011 @ 10:02 am

      • Che di fatto salvano ancora più spazio😀

        Commento di Shiba — maggio 3, 2011 @ 11:36 am

  5. Ora mi lincerai, ma guarda un po’ qui:

    Una specie di ibrido tra Unity e KDE, sfruttando le sue capacità di tiling wm e di tabbing, con una taskbar in autohide.
    In questo caso, era un desktop “da studio” (ho volutamente messo akregator per nascondere una chat con un collega :P), in cui tutto è a portata d’occhio. Per dire, concettualmente Unity non è malaccio, ma praticamente è ancora acerbo😛

    Commento di Gianfrix — maggio 3, 2011 @ 11:35 am

    • in realtà è solo un pannello a sinistra, non c’è nulla di male, il sistema non è stravolto.
      Unity è diverso, molto più invasivo. Globalmenu, dash (un orrore), gestione finestre massimizzate da vomito, pulsanti a sinistra, ovvero tutto il possibile ed immaginabile per SPAESARE un utilizzatore.
      Un perfetto esempio (unity) di design di interfaccia per bimbominkia, col tema scuro spaccaocchi è la morte sua.
      asd

      Concettualmente nel mio esempio, dockbarx fa lo stesso lavoro della barra di unity, synapse fa lo stesso lavoro della dash, in compenso il sistema non viene incasinato da una marea di cazzate.

      Poi chiariamoci, su un netbook o tablet Unity ci sta, no problem, su un pc è una merda.

      Commento di telperion — maggio 3, 2011 @ 11:47 am

  6. Ma perhé passare a Natty per poi praticamente tornare indietro? Per me Natty è ok!

    Commento di fau — maggio 3, 2011 @ 10:14 pm

    • Perchè indietro scusa?
      Perchè unity sarebbe “avanti”?

      Ma per favore, unity sul desktop fa schifo, la mia “critica costruttiva” é quella espressa nell’articolo, ovvero come ammazzare unity e tutte le altre cagate, e vivere felici.
      asd

      Commento di telperion — maggio 4, 2011 @ 9:51 pm

  7. Questa è la configurazione che installerò a chiunque mi chieda di installargli Ubuntu Natty 11.04.

    Commento di telperion — maggio 4, 2011 @ 9:54 pm

  8. Sono pienamente d’accordo…sul desktop, ma come anche su un laptop decente unity fa letteralmente cagare…non puoi piu passare da una finestra all’altra se non con scale, non puoi vedere cosa cazzo hai aperto se non, di nuovo, con scale…e alla fin fine con gnome-do lanciavo tutto quello che mi pare in un istante. Ora invece con unity è tutto superlento!!!

    Commento di Francesco — maggio 26, 2011 @ 11:18 pm


RSS feed for comments on this post.

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: