Tecnologia e non solo

gennaio 15, 2011

Gimp painter 2.7.2 GUI enhancement patch from GIMP UI brainstorm blog

Filed under: image-processing — telperion @ 12:43 pm

Image Hosting

Un intraprendente programmatore, sigetch, ha proposto agli sviluppatori di gimp, alcune interessanti idee, per ottimizzare l’interfaccia, e invece del solito mockup, ha presentato codice bello e pronto, con tanto di deposito git, quasi allineato (pochi giorni di differenza) al git ufficiale di gimp.

Ovviamente non ho perso tempo, scaricato il git e compilato per valutare la proposta.


Principalmente si tratta della tool bar orizzontale in alto, che trovo estremamente utile, certo è da mettere a posto graficamente (dimensioni caratteri, spazi occupati) ma il suo lavoro lo fa bene.

38545629872050143569.jpg

Molto utili per la modalità a finestra singola , la lista immagini verticale che meno che quella orizzontale di default, e il pannello destro che si minimizza a striscia, anche se poi al ripristino non si ricorda le dimensioni precedenti (edit: con questo commit adesso non ricorda le dimensioni ma almeno si riapre a dimensioni default).

98149853407871372598.jpg 65822987297378367086.jpg

L’ispirazione a cs5 è chiara, ma non ci vedo nulla di male. Non penso che ci siano problemi di brevetti, altrimenti questo avrebbe già chiuso, nel caso ci fossero preoccupazioni in merito, basta dirlo.

Anche in modalità a finestre multiple la tool bar in alto la trovo molto funzionale, le altre opzioni sono meno utili.

09015625888718078778.jpg

Di seguito un breve video (consiglio la visione in Youtube a 720p)

e un altro su gimp 2.7.2 classico (consiglio la visione in Youtube a 720p)

Potete seguire la discussione sulla mailing list di gimp dev
https://lists.xcf.berkeley.edu/lists/gimp-developer/2011-January/025983.html
(EDIT: corretto il link)

> I think open source project can have several policy as a optional
> implementations, and it can provide alternative way for users who has
> alternative demands.

I don’t get how “open source” maps to “several policys”. Except maybe
that one easily can fork an open source project, if the predominant
policy feels wrong or unsuitable.

Which btw. you’re free to do (although I’d consider this a bad idea).

I hope this helps,
Simon

Interessante, da un lato si chiede ai programmatori di aderire, poi se qualcuno propone qualcosa di valido, anzichè discutere le eventuali possibili implementazioni, gli si dice “fai un fork”.
Ah forse ho capito, vogliono programmatori schiavi che fanno quel che viene comandato, ma quelli non lavorano gratis, bisogna pagarli.

Intanto complimenti a sigetch che ha proposto la GUI enhancement patch, con tanto di codice e git, davvero una bella voglia, le altre considerazioni le lascio a voi.

https://lists.xcf.berkeley.edu/lists/gimp-developer/2011-January/026023.html

Nota polemica.

Capisco che al momento l’attenzione di tutti è su android, smartphone, tablet, touch e altre varie inutilità consumistiche ingrassa telcom, ma io continuo a scrivere di gnu/linux e software “importanti”, e non mi importa una cippa dell’ennesimo store di questo o quello, o del pixel in più o in meno sul bordo del tema, o se il CEO di questa o quell’azienda fa puzze tremende in ascensore perchè ha mangiato la peperonata.

😉

Nota:
le immagini demo utilizzate nei trattamenti in gimp sono dalla rete.

Altre considerazioni sulle “opzioni strumenti” di gimp qui.

Annunci

24 commenti

  1. Blog apprezzatissimo, grazie e continua così 😉

    Commento di eKoeS — gennaio 15, 2011 @ 1:02 pm

  2. che dire, ottimo lavoro del programmatore della GUI, ma poco apprezzabile il comportamento di quelli di Gimp.
    per la nota polemica: 😀 eh, c’e’ poco da fare, nella nostra societa’ sono le mode del momento a dire alle grandi masse di pecoroni cosa fare e dove guardare.
    Ottimo blog, continua cosi’.
    ciao.

    Commento di Yattatux — gennaio 15, 2011 @ 1:18 pm

  3. Spettacolo!

    Condivido la nota polemica.

    Commento di zakunin — gennaio 15, 2011 @ 2:14 pm

  4. Risposta alla nota polemica: e infatti scrivi un post al millennio 😀
    Che non è un male, ma c’è anche chi scrive di questo e di quello, senza censire solo le news riguardo patch e contropatch 😛

    Bel lavoro la patch comunque, come dici tu veramente tanta voglia 😀 La risposta alla mail è comunque pessima, come al solito si incita a forkare se non ti va bene ciò che ha deciso il capoccia, e questo è malissimo dal punto di vista poi della bontà delle feature.
    Se ci fosse un po’ più di collaboratività a ‘sto mondo, non saremmo ridotti così male.

    Commento di Bl@ster — gennaio 15, 2011 @ 2:55 pm

    • Ho scritto una critica nel tuo blog, ma non prenderla come personale. Certo che puoi scrivere quel che ti pare.
      Sono solo nauseato da questo ormai gigantesco volume di comunicazioni su aggregatori vari di notizie che poco nulla hanno a che fare con gnu/linux e i suoi applicativi, tutto li.
      La patch propone soluzioni molto interessanti, certo da limare, la toolbox in alto su tutte, io è “li” che mi aspetto di trovare le opzioni del tool selezionato, non in giro per lo schermo.

      Ovviamente il programmatore, dopo tali risposte, si romperà gli zebedei e dopo poco lascerà perdere il suo git.

      Commento di telperion — gennaio 15, 2011 @ 3:44 pm

      • Per fortuna il team di FX Foundry sta ancora in piedi, anche se non so quanto possa durare con una gestione del progetto talmente da burini (e anche un po’ nazi)

        Commento di Bl@ster — gennaio 15, 2011 @ 10:49 pm

      • I plugin FX foundy con i recenti cambi di API e introduzione dei gruppi livelli, necessitano di grossi interventi.
        Io ho giusto patchato i 2 o 3 che uso raramente, ma bisogna metter mano a tutti.

        Commento di telperion — gennaio 16, 2011 @ 12:01 am

  5. […] vedendo il video di gimp 2.7.2, mi hanno chiesto degli script mc […]

    Pingback di Plugin scm per gimp. « Tecnologia e non solo — gennaio 15, 2011 @ 3:13 pm

  6. Farebbe bene a Forkare.

    Per quanto riguarda la nota polemica ormai mi sono convinto che chi scrive di Android, Tablet e altre varie inutilità consumistiche ingrassa telcom, o ci prende la mazzetta o spera tanto di riceverla.

    Una birra al tuo atteggiamento duro e puro!

    Commento di Danielsan — gennaio 15, 2011 @ 3:38 pm

    • Forkare un progetto come gimp, è un’impresa enorme e folle, ovviamente.

      Commento di telperion — gennaio 15, 2011 @ 3:47 pm

  7. Mi informavo se Imagemagick avesse integrato le funzioni non distruttive alle immagini,sembra che ancora non ci siano.

    Fare come hanno fatto quelli di Pixelmator non sarebbe male, imagemagick sotto al cofano e una gui in Python che probabilmente ha una comunità di programmatori più ampia di quelli in C.

    Gegl e imagemagick potrebbero mai integrarsi fra loro?

    Commento di Danielsan — gennaio 15, 2011 @ 4:59 pm

    • Guarda Gegl adesso è un disastro, se lo attivi, su un quad core con 4GB di ram (GEGL colori e visualizzazione) gimp rallenta e va al 25% della velocità con gli script testati, oltre a scrivere molta roba su disco, cosa che senza gelg attivato non accade.
      Ora GEGL è inutilizzabile, rimanderei tutto il discorso GEGL a gimp 2,10.

      Commento di telperion — gennaio 15, 2011 @ 5:05 pm

  8. Tra l’altro sigetch ha letto l’articolo e mi ha scritto, cercherà di migliorare l’interfaccia e il comportamento scorretto del dock di lato che non ripristina le dimensioni quando viene riaperto.

    Un sentito grazie, e speriamo non demorda.

    Commento di telperion — gennaio 15, 2011 @ 5:09 pm

    • Questa è una gran notizia, ecco

      Commento di Bl@ster — gennaio 15, 2011 @ 11:04 pm

  9. PS:
    se qualcuno con debian sid 64 volesse i pacchetti per testare gimp-painter, si installa tutto (babl/gegl/gimp-painter in /opt e non fa casino col sistema), mi faccia un fischio

    Commento di telperion — gennaio 15, 2011 @ 5:14 pm

  10. Guarda, in questi giorni stavo pensando come migliorare la gestione di più immagini aperte con gimp,pensavo a un pulsantino che facesse apparire le immagini aperte in stile expo all’interno della finestra principale di gimp,a quel punto si sarebbe potuto scegliere l’immagine da aprire semplicemente cliccandoci sopra, preciso che avrei fatto solo un disegno :), stasera vengo qua e trovo il tuo articolo con l’ottimo lavoro di sigetch già pronto, ti ringrazio per averci fatto conoscere il lavoro di questo coraggioso.

    Commento di Burt — gennaio 15, 2011 @ 9:20 pm

    • Per la gestione delle immagini aperte c’è la scheda “immagini”, che puoi aprire e mettere dove vuoi, doppio click sull’immagine e la finestra viene in primo piano, vedi l’immagine:

      Commento di telperion — gennaio 15, 2011 @ 11:42 pm

  11. Mà questa funzione, si trova dopo aver installato il git di sigetch ?

    Commento di Burt — gennaio 16, 2011 @ 3:49 pm

    • No, c’è anche in gimp 2.6

      Commento di telperion — gennaio 16, 2011 @ 4:34 pm

  12. Grazie, lo agganciata al pannello, adesso và un po meglio 🙂

    Commento di Burt — gennaio 16, 2011 @ 9:11 pm

  13. […] progetti cari al buon telperion, che ne parla come un padre di un figlio che va male a scuola; ci espone di una fantastica patch per GIMP che ne modifica sensibilmente l’interfaccia grafica, […]

    Pingback di L’Open Source, quando funziona, e quando no. | Bl@ster's Home — gennaio 17, 2011 @ 11:44 am

  14. […] patch vi ho gia parlato, ora faccio alcune considerazioni, soprattutto su “opzioni strumenti” (tool […]

    Pingback di Gimp GUI enhancement patch (e non), considerazioni sull’interfaccia. « Tecnologia e non solo — gennaio 17, 2011 @ 3:24 pm

  15. Is there any Windows binaries for this build?

    Commento di Gintas — maggio 13, 2012 @ 3:03 pm


RSS feed for comments on this post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: