Tecnologia e non solo

ottobre 1, 2008

Gimp (2.6) e CMYK

Filed under: image-processing — telperion @ 3:27 pm

Il supporto alla quadricromia di gimp-2.6.

http://gimp.org/release-notes/gimp-2.6.html

Intanto non esite lo spazio colore CMYK ma solo i consueti RGB scala di grigi e palette indicizzata.
Quindi niente lavori in CMYK e relativi allarmi se si sfora dallo spazio colore con toni non riproducibili in stampa.

immagine spazi colore gimp 2.6


A lavoro ultimato (in RGB) possiamo solo decomporre (!) l’immagine in quadricromia.
Cosa che come fatto notare da Digra, era presente anche nella 2.4.

immagine decomponi gimp 2.6

Otterremo così una nuova immagine con i 4 livelli CMYK.

immagine cmyk gimp 2.6

Non mi sembra un granché come supporto, lascio la parola ai più esperti di quadricromia.

L’interfaccia, nonostante i vari chiacchericci e annunci è rimasta sostanzialmente la stessa, con il solito enorme spreco di spazio.

Poca sostanza in questa 2.6 in trunk, il prodotto è buono, come sempre su standard elevati e rapporto qualità prezzo imbattibile, ma non riesce a fare quel guizzo per diventare eccelso.

Il salto da 2.5.5 a 2.6.0 di botto nel trunk sembra frutto di una certa fretta nel rilascio.
Perchè? Boh!

Nota per il traduttore.
Scomponi invece di “decomponi” suonava meno “cadaverico”.

Aspettiamo la prossima.

13 commenti

  1. Appena ho sentito “Supporto per la quadricromia” ho pensato si trattasse di poter lavorare sull’immagine in questa modalità e quindi quantomeno salvarla in CMYK per poterla importare in un software di DTP per l’uscita in lastra (ad esempio). Invece mi pare di capire che crea quattro livelli invece dei quattro canali…😦

    Il passo in avanti senza dubbio c’è visto che riesce ad eseguire una selezione dei colori… bisogna vedere se posso controllare i parametri di selezione.🙂

    Commento di Aldo — ottobre 1, 2008 @ 6:01 pm

  2. @Aldo
    tutto quello che c’è è li in vista.

    Commento di telperion — ottobre 1, 2008 @ 6:27 pm

  3. Ciao!Il supporto alla “decomposizione” che mostri è identico alla versione precedente. Non so quanto lavoro hanno fatto nella nuova versione per la gestioni degli spazzi di colore, ma probabilmente sarà la prossima a potere con se una migliore gestione del colore grazie a GEGL che è stato introdotto nella 2.6!
    Per me (piccolo fotoamatore) la pecca più grave è non poter ancora lavorare con immagini a più di 8 bit, spero che questo grande programma (secondo me il migliore tra tutti quelli open) cresca bene e velocemente come mi sembra stia avvenendo in questi ultimi anni!🙂

    Commento di Digra — ottobre 1, 2008 @ 6:32 pm

  4. @Digra
    hai ragione non ci avevo fatto caso che c’era anche nella 2.4
    (si vede che non sono un frequentatore dello spazio CMYK).
    Allora il tanto decantato supporto CMYK praticamente non c’è.
    Come anche una interfaccia “diversa”.
    Mah!😀

    Commento di telperion — ottobre 1, 2008 @ 6:44 pm

  5. Dovresti poter provare a giocare con qualcosa più degli 8bit attivando da colori >> usa gegl

    Commento di shaitan — ottobre 1, 2008 @ 7:32 pm

  6. @shaitan
    usa gegl è attivato.
    A parte le operazioni gegl di “dubbia” utilità, non cambia nulla.

    Commento di telperion — ottobre 1, 2008 @ 7:49 pm

  7. Scusa telperion dovevo specificare (mi è venuto in mente appeno ho spedito il messaggio, ma non ho aggiunto nulla sperando si capisse dal contesto): rispondevo a Digra sugli 8bit, indicando, appunto che i 32bit come “test” dovrebbero essere disponibili in quel modo

    Commento di shaitan — ottobre 1, 2008 @ 8:14 pm

  8. @shaitan
    non saprei nelle “operazioni gegl” nulla fà supporre l’uso dei 32bit.

    Commento di telperion — ottobre 1, 2008 @ 8:19 pm

  9. Uso Gimp con discreta soddisfazione per tutti i lavori che svolgo attualmente con le immagini, non ho mai avuto necessità del supporto al CMYK dato che non faccio lavori da stampare (almeno per ora) però credo che nel caso, questo plugin (separate+, qui http://my.opera.com/area42/blog/gimp e qui http://cue.yellowmagic.info/softwares/separate.html) possa tornare utile.

    Commento di ilPestifero — ottobre 1, 2008 @ 9:29 pm

  10. […] non solo per la librerie GEGL ma anche per l’annunciata rivisitazione dell’interfaccia, è apparso a molti piuttosto precoce, a solo un anno dall’uscita dalla versione 2.4 che invece aveva avuto un parto molto più […]

    Pingback di Rilasciato GIMP 2.6 con un nuovo motore… nel baule. « Spirali — ottobre 2, 2008 @ 11:27 pm

  11. […] migliore, GEGL sotto il cofano (forse non proprio cofano…), qui release […]

    Pingback di Gimp 2.4.6 Released « Opera Omnia — ottobre 7, 2008 @ 6:09 pm

  12. Ehm, non per infierire su di voi ma ho letto questo post solo ora…. da gimp basta dare “Colori->Usa GEGL”
    per poter usare piu’ di 8bit. Com’e’ che si dice quando la gente non legge i manuali?

    Commento di nae — dicembre 14, 2008 @ 11:21 pm

  13. @nae
    poi se mi spieghi che cosa centra lavorare con spazio colore RGB a 32 bit, con lo spazio colore CMYK della quadricromia …

    “Com’e’ che si dice quando la gente non legge gli articoli?”

    Commento di telperion — dicembre 15, 2008 @ 1:05 am


RSS feed for comments on this post.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: