Tecnologia e non solo

luglio 21, 2008

Gnu/Linux desktop 3

Filed under: Acid,Varie — telperion @ 1:20 pm

Il TEMPO è un costo.

Se a fare una cosa ci metto 3 ore con un software che costa 100 Euro,
e due/tre giorni con uno gratuito,
per me il più economico è il primo,
che tra l’altro lo pago solo una volta, le successive volte che lo uso, no.

Il costo “complessivo” di un software è dato da:

  • 1) il prezzo del software
  • 2) il tempo di apprendimento per utilizzarlo con profitto
  • 3) il tempo necessario arrivare al risultato previsto utilizzando quel software.

Certo considerando solo il primo,
Gnu/Linux è imbattibile, peccato che nella vita reale le cose siano molto più complicate.

Annunci

36 commenti

  1. è quello che dice bill da sempre 😀
    se vedi tutte le pubblicita microsoft (principalmente in ambito server) di confronti con il pinguino puntano tutto su questo…
    ci vorrebbe un po piu di coordinazione del mondo opensource per rendere il software libero una alternativa vera

    Commento di Attila16881 — luglio 21, 2008 @ 1:33 pm

  2. @Attila16881:
    Nei server è meglio Linux + lo stipendio di un sistemista, non ci piove. Attivi tutti i server che vuoi con tutti gli accessi/client che ti pare, al “solo” costo annuale del sistemista.
    Windows può essere conveniente per 1 server 5 client, lo paghi una volta e lo tieni 10 anni senza toccarlo.

    Ma il tema è Gnu/Linux desktop, non server.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 2:03 pm

  3. Il tempo non è uguale per tutti e non ha lo stesso costo per tutti.
    Il tempo di installazione e configurazione di una Debian GNU/Linux è, per me, decisamente inferiore rispetto al tempo di installazione e configurazione di windows XP.

    Quindi, per il sottoscritto, il bilancio non ha confronti 😀

    Poi, ripeto: ognuno ha le sue esigenze e le sue competenze.

    Commento di Diego — luglio 21, 2008 @ 2:08 pm

  4. uso ubuntu da 1 anno e mezzo, che in teoria dovrebbe essere la distro con cui serve perdere meno tempo per configurarla… ma sono al limite della sopportazione,c’è sempre qualcosa che non va, invece di passare le serate a usare il pc come mezzo, passo le serate sui forum per cercare di capire come configurare le cose per avere ciò che windows mi da già bello e pronto appena installato. Credo che fra poco tornerò a windows xp. E’ meglio spendere 120 euro per una licenza di win che ti dura almeno 3 anni o avere un linux gratuito che ti costa una vagonata di serate per 3 anni? e ancora l’audio 5.1 non funziona…cioè funziona ma se ci sono 2 applicazioni diverse che utilizzano i suoni ne sento solo una.

    Commento di MarcoS — luglio 21, 2008 @ 2:12 pm

  5. E’ tutta filosofia.

    Bisogna aggiungere che uno sviluppatore è più invogliato a scrivere un programma se viene pagato, anzichè fare qualcosa “in buona causa per l’OSS”.

    Stessa cosa per quando si vuole migliorare un programma opensource.

    Commento di Piplos — luglio 21, 2008 @ 2:14 pm


  6. censurato da Telperion
    NON PERTINENTE E DI NESSUNA UTILITÀ. NEANCHE MI HA FATTO RIDERE

    Commento di shaitan — luglio 21, 2008 @ 2:15 pm

  7. Leggi anche tu aovestdipaperino? 🙂

    Commento di Daniele — luglio 21, 2008 @ 2:25 pm

  8. Per tutti:
    il confronto non è WindowsXP/Vista vs Debian/Ubuntu.
    Quelle sono piattaforme che servono a far funzionare applicazioni, e basta.

    Il confronto semmai è
    meglio KdenLive o Cinelerra vs Ulead Mediastudio o Sony Vegas
    Office 2007 vs OpenOffice
    Photoshop vs Gimp
    Xpress vs Scribus
    eccetera.

    Il sistema operativo ed il DE in se non servono a nulla,
    servono a far girare “cose” (soft) che svolgono determinati lavori/attività per noi.

    La cosa determinate è questa,
    OSX vs Windows vs Linux vs Gnome vs KDE sono tutte boiate inutili
    che fanno perdere di vista l’obiettivo finale.

    Il mio pc mi serve per fare queste cose (ogniuno ha le sue).

    Quali programmi sono migliori per le mie attività con le mie conoscenze?
    A quali costi complessivi?

    Se smettete un attimo di fare i faziosi,
    vedrete che linux spesso è tutt’altro che la miglior scelta possibile.

    Basta con queste visioni SO/DE centriche. OS e DE sono una parte minima della questione.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 2:50 pm

  9. censurato da Telperion
    DI NESSUNA UTILITÀ PER LA DISCUSSIONE

    Commento di shaitan — luglio 21, 2008 @ 2:55 pm

  10. censurato da Telperion
    DI NESSUNA UTILITÀ PER LA DISCUSSIONE

    ps
    e chi ha mai detto / dove stà scritto
    che il TCO è una mia invenzione?
    Quindi che insisti a fare?

    Commento di shaitan — luglio 21, 2008 @ 3:00 pm

  11. @Piplos

    L’entusiasmo è una bella cosa e un ottimo motore iniziale.
    Poi di solito finisce, e se non ti pagano per portare avanti una cosa, il tutto muore li come migliaia di progetti FOSS che se non morti sono in coma irreversibile.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 3:02 pm

  12. Sono pienamente d’accordo con Telperion. La cosa che mi dà serenità, però, è che Linux è da poco sul campo desktop e come sul campo server è imbattuto, così – spero – lo sarà in futuro anche sul desktop.
    Nel frattempo, se non si vuole perdere tempo prezioso, si devono usare software che da anni svolgono il loro compito magnificamente, come detto al commento 8.

    Una precisazione: quando installo Linux da zero impiego circa un’ora mettendo anche tutta la mole di pacchetti di applicativi vari, mentre su Windows la stessa operazione mi costa quasi una giornata.

    Commento di Aldo — luglio 21, 2008 @ 3:09 pm

  13. @Aldo

    quando installo Linux da zero impiego circa un’ora mettendo anche tutta la mole di pacchetti di applicativi vari, mentre su Windows la stessa operazione mi costa quasi una giornata.

    verissimo ma se poi devi usare kdenlive o cinelerra per montare un video (un esempio come molti altri) il vantaggio lo perdi in fretta.
    Anche se qualche cosa non funziona al primo colpo, e capita, che so, schede video audio wi-fi scanner eccetera.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 3:14 pm

  14. Notavo che i post “aria fritta” “due chiacchiere tra avvinazzati”
    sono pieni di commenti e si infiammano subito sui “massimi sistemi”.

    Post su
    Gimp 2.5.2 / svn e how-to
    e Gimp è una “pietra miliare” del FOSS,
    non se li fila nessuno.

    Ma davvero interessa il FOSS o è solo una scusa per polemizzare?
    Mah!

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 3:18 pm

  15. Dunque se, giustamente, il TCO non l’hai inventato/scoperto tu, il senso di questo post qual è?

    Se ti trovi meglio con i programmi che girano su windows/mac osx usa quello
    Se ti trovi meglio con i programmi floss o preferisci (per qualunque motivo) usare gnu/linux usa quello.

    Se devi dire che il costo complessivo non è dato solo dal costo della licenza te ne siamo grati, ma rimane una banalità sconcertante, per la quale sinceramente non vedrei motivo di fare un post (ma magari è colpa mia che non vedo il lato nascosto della cosa)

    Che il post su gimp non abbia commenti non mi stupisca: al massimo dovrebbe ringraziarti chi ha risolto con il tuo howto, altri spunti di discussione non ne vedo.

    Commento di shaitan — luglio 21, 2008 @ 4:17 pm

  16. @shaitan
    se devi dire sempre le stesse cose off-topic puoi anche fare a meno di scrivere qui come un vecchio disco incantato.

    Non è che se le ripeti come un mantra,
    convinci altri se non te stesso.

    Oppure scrivile quanto ti pare con tutte le discussioni che credi, “intelligenti” e non banali e scontate come questa, sul tuo blog.

    Internet è bella per questo,
    non ti piace? Scrivi la tua sul tuo spazio.

    E hai ragione scusami, la prossima volta che mi viene in mente un post,
    chiederò prima a te se vi è “motivo sufficiente” per fare un post.

    Ma pensa te!
    E poi sono i “campioni” della libertà e della rivoluzione.
    Ha! Annamobbene!

    Successivi ot saranno rimossi, non avendo evidentemente altro fine che disturbare la discussione senza portare alcun chè non sia già noto della tua posizione “o Gnu o Morte!”.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 5:00 pm

  17. Un altro esempio senza andare su software da gioelleria

    http://www.mediachance.com/dvdlab/

    con $129 (~86 Euro) vi comprate la versione studio (per Win) di un ottimo programma per authoring DVD che vi consente di creare un DVD-video di qualità professionale con menu animati, transizioni e tutto quello che serve, anche meglio del costoso e complicato Adobe Encore.

    Di questo livello (anche pagando) non esiste nulla di nulla su Linux, solo giocattoli crashosi adatti al massimo filmino della fidanzata.

    Ecco il livello di Gnu/Linux.

    Vogliamo poi paragonare Adobe Audition (già Cool Edit a ~300 euro) con Audacity?

    Dai è imbarazzante.

    Vedete nomino solo software, ne sistemi operativi ne DE che infatti non interessano nulla all’atto pratico, in effetti scelgo il programma e mi “subisco” il SO.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 5:25 pm

  18. vabbè telp però secondo me stai un po’ esagerando:

    – sei stato tu quello che ha chiesto come mai il post su gimp svn non se lo fila nessuno
    – shaitan ti ha risposto che evidentemente non sono in moltissimi quelli interessati ad un howto su come installarlo, soprattutto se (come me) non sono dei profondi utilizzatori di GIMP.. non ti ha detto “il tuo post è completamente inutile, fa schifo, facevi meglio a non farlo”
    quindi non vedo perchè offendersi (ps ovviamente parlo senza aver letto cosa può aver scritto nei post che hai editato)

    passando alla discussione, dico la mia: programmi come Photoshop, MediaStudio e tutti quelli che hai citato secondo me nn sono propriamente programmi da uso desktop, ma da uso professionale del pc (e a quanto ho capito, tu con questi programmi tu ci lavori e vorresti lavorarci)

    su questo hai pienamente ragione: i programmi professionali “closed” che hai citato sono ben più efficaci delle controparti open, ma pensaci bene, quanti usano Photoshop usando tutte le sue funzionalità ad esempio? i professionisti immagino, e pochi altri.. quanti usando Office 2007 all 100%? ben pochi.. quindi programmi come GIMP, OOffice, ecc ecc sono ampiamente sufficienti per fare quei due\tre compiti che un utente generico ha necessità di fare e soprattutto È IN GRADO di fare..

    sta tutto nel valutare i pro e contro di ognuno: pago 1000 euro di licenza office per scrivere un paio di documenti, o uso openoffice a gratis?
    uso Cinelerra a gratis e ci perdo ore e ore e ore per configurazioni-operazioni difficili da fare-incompatibilità o pago la licenza del programma closed che mi permette di fare efficacemente il mio lavoro? è una valutazione personale, diversa per ognuno..

    ciò non toglie che i programmi open abbiano AMPI spazi di miglioramento..

    ps ora andrò a leggermi il tuo post su GIMP, visto che hai citato novità considerabili come “pietre miliari” voglio andare a vedere di cosa si tratta

    Commento di Berseker — luglio 21, 2008 @ 5:29 pm

  19. @Berseker
    al/per lavoro un pc desktop rimane tale, non è che si traforma.

    Un pc desktop è un pc con un sistema operativo con interfaccia grafica che serve a far girare delle cose (programmi).

    I “fanatici” vedono soltanto:

    Un pc desktop è un pc con un sistema operativo con interfaccia grafica

    e perdono un po il senso, tra vaneggiamenti di libertà, distinguo, eccezioni e menate varie, di:
    “a cosa serve un pc?” appunto.

    Ho gia detto mille volte per navigare, IM, posta, letterina a babbo natale, fogliettino di calcolo della paghetta, scaricare/suonare mp3 e zozzerie, allora Gnu/Linux desktop va benissimo, ma usciti da quest’ambito resta solo un giocattolo per nerd.

    Questo se si vuol essere obbiettivi.

    Sul post di gimp
    “gimp” è una pietra miliare del foss non il post, manco leggere!!!!
    * corretto per evitare ambiguità.

    E no non mi aspettavo ringraziamenti,
    semmai valutazioni commenti trucchi opzioni del nuovo gimp,
    ma quelli figurati.

    sta tutto nel valutare i pro e contro di ognuno: pago 1000 euro di licenza office per scrivere un paio di documenti, o uso openoffice a gratis?

    tipico esempio di disinformazione interessata.

    Una copia di Office 2007 OEM basic costa 139 EURO (come la Home e la student)
    e basta comprare una scheda madre da 20 euro per poterla acquistare legalmente come anche la licenza di Windows Vista OEM , pure se poi la scheda madre la butti via, siamo lontanissimi dalle cifre sparate a casaccio di cose che non avete usato e non conoscete.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 5:40 pm

  20. guarda che avevo letto bene, missà che hai letto male tu quello che ho scritto io.
    per il resto, si vede che intendiamo due cose diverse con “uso desktop”..

    Commento di Berseker — luglio 21, 2008 @ 5:53 pm

  21. @Berseker
    ho corretto così non si creano qui pro quo.

    “uso desktop” = home? E da quando?

    Fanno Vista e Office Home edition mica Desktop edition.
    Sono tutti “desktop” i pc con OSX Vista XP Gnome Kde Xfce …
    Esistono i DESKTOP con DE ed i SERVER senza. Stop.

    “Famoacapisse”.
    😀

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 5:58 pm

  22. office basic include Word, Excel, outlook. Questi 3 programmi, A MENO DI FARNE UN USO PROFESSIONALE, (ipotizzo che abbiano caratteristiche irrinunciabili per un professionista, anche se ammetto di non conoscerle (posso ipotizzare una efficace integrazione? che tra l’altro non so nemmeno se esista anche in Openoffice, visto che non ne faccio un uso “professionale” appunto) sono per un uso normale ampiamente sostituibili da programmi free come openoffice, thunderbird, sunbird ecc ecc.. ovviamente a mio parere

    ps con la Student, c’è Powerpoint al posto di Outlook e c’è OneNote (che pare un mix fra TomBoy e SunBird, ovviamente integrato)

    @il tuo nuovo post
    eh è per quello che abbiamo opinioni differenti: per me esistono 3 tipi di utilizzatori di pc, e quindi 3 tipi di usi

    1 – uso server (e qui mi pare che anche tu sia d’accordo che in generale linux è superiore (anche se dipende dalle esigenze)
    2 – uso desktop (“cazzatelle” come le chiami tu, del tipo guarda un dvd, naviga, chatta, email, mp3, organizza foto, ecc ecc)
    3 – uso professionale (con software professionali)

    bene, ti dò’ ragione che in quanto a funzionalità ed efficacia i programmi professionali siano i migliori, per il resto, PER ME, l’alternativa open è un OTTIMA alternativa.

    se te intendi l’uso 2 e 3 come un unico tipo di utilizzo-utente… beh allora nn ho più nulla da dire.

    ps un ultima cosa.. sinceramente preferirei NON dover comprare una scheda madre per poter acquistare una licenza di un software eh!! però ovviamente va a gusti personali.. 😀

    Commento di Berseker — luglio 21, 2008 @ 6:11 pm

  23. Scusa ma l’OT quale sarebbe?

    quello su gimp o quello sul senso di questo tuo post?

    perché il primo è in risposta al tuo commento… e, ripeto, che non ci siano molti commenti che analizzano le differenze tra la versione attuale e la seconda alpha della versione attuale non mi stupisce più di tanto (non so a te), non me ne aspetterei molti neanche per il ben più diffuso photoshop se facessi un post su come installare un’ipotetica versione alpha dello stesso.
    Aggiungici che la “fame” di software via svn e simili è tipica della “generazione compiz” non del vecchio (vogliamo dire dinosauro, che è un termine che a te piace? 😉 ) utente gnu/linux. E non è detto che fra gli appartenenti alla “generazione compiz” ci sia poi tanta gente esperta come te di editing grafica e interessata per questo all’ultimo snapshot.

    Di sicuro non denigravo il tuo howto che sicuramente potrà essere utile a qualcuno, perché no, anzi, personalmente è il motivo per cui seguo il tuo blog.

    Sul secondo invece penso che più IT di questo…

    Ma ai mantra mi spiace, sei uso tu, che quando trovi uno “spot”, un “meme”, la frase ad effetto (come capitato per questo, capitato sul “gnu/linux funziona?” etc) lo ripeti all’infinito, nei commenti, nel blogh (sì con l’acca) come post, nei forum…

    Niente di male, capiamoci.

    Ma la domanda rimane la stessa? il senso di questo post?

    I programmi che girano per windows sono migliori? Usali!
    Ti convincono di più i programmi liberi o gnu/Linux (per qualunque motivo tu voglia indicare)? Usa quello!

    Ma, se mi dici che il costo complessivo non è rappresentato dalla sola licenza (libero di farlo, il blogh è tuo) io mi sento in dovere di dirti che è una banalità (libero, spero, di farlo) e se tu vuoi sei libero (cavoli, vedi che almeno nei blogh essere libero è importante :-D) di cancellare il mio commento o di editarlo (tendenzialmente bisognerebbe fare la prima, ma va beh)…

    Solo, per cortesia, non cercare di mettermi in bocca parole che non ho mai detto, né fra quelle rimaste né fra quelle di tua sponte censurate, perché “o gnu o morte” non l’ho mai detto, né è qualcosa che m’interesserebbe dire, poiché se sei convinto di una cosa pretendi al limite rispetto per poterla esprimere, non aggredisci gli altri nel tentativo di imporla (per quale scopo poi? 😉 )

    Commento di shaitan — luglio 21, 2008 @ 6:19 pm

  24. “basta comprare una scheda madre da 20 euro per poterla acquistare legalmente come anche la licenza di Windows Vista OEM”

    Mi sono sempre fatto il pc da solo ma questa storia non l’avevo mai sentita…forse non ho capito bene, compro una scheda madre e mi danno Vista OEM in omaggio o mi danno la possibilità dietro un contributo di avere Vista OEM. Mi dici di quali marche o modelli di schede madri stai parlando?

    Commento di Lex — luglio 21, 2008 @ 6:21 pm

  25. Come già detto nel precedente post, GIMP Vs Photoshop è un paragone cretino.
    Così tutti i paragoni che mettono in concorrenza programmi con multinazionali alle spalle, e core business da mantenere ed allargare, con programmi sviluppati dalla comunità, spesso non nell’interesse di chi con Linux ci fa business, e quindi con notevoli lacune economiche.

    Mi stupisco che tu Telperion riesca a fare paragoni di questo tipo.

    Comprendo la tua visione da utente, o meglio da professionista, ma confronti cose inconfrontabili.
    Tanto la risposta, per il tuo lavoro, sai già qual è.

    E allora forse non giova a nessuno flammare sul floss per il solo gusto di farlo.
    Se rientra nelle tue abitudini può essere una scelta, altrimenti, finché c’è altro, scegli altro.

    Prima di denigrare il lavoro altrui io proverei a metterci le mani, per capire di cosa parliamo.
    Altrimenti si può scegliere il resto, pagando, stando in silenzio e contenti di farlo.

    P.S.: nessuna vela polemica, solo non trovo l’utilità, od il fine di questi post, e di questo atteggiamento.

    Commento di Xander — luglio 21, 2008 @ 6:21 pm

  26. Vedo che continua la difesa “a priori” del FOSS senza critica, mentre non attecchisce affatto la visione “utilitaristico centrica” del personal computer inteso come “aggeggio” che tramite il programma ICS ti consente di fare delle cose a prescindere dal sistema operativo usato.

    La mia lamentela è dovuta al fatto che con linux si può fare ben poco, e permettetemi sul mio blog mi lamento quanto mi pare e piace e se mi gira faccio anche 3000 di questi articoli traendo spunto da altri articoli e commenti.

    Se non vi piace non leggete/commentate.

    Ci saranno sempre post solamente tecnici, alternati a post “acid” di critica feroce a questo modo dilettantistico di portare avanti le cose, quello che penso e ho da dire lo dico, quindi non stupitevi.

    Piaccia o meno.

    E chi si preoccupa stia tranquillo, uso linux per passione personale per l’informatica, per navigare e scrivere letterine a babbo natale.

    Purtroppo, se devo fare un lavoro serio, sono costretto a passare a Windows dove ricordo, i 3 mostri sacri del FOSS OpenOffice Gimp e Firefox (ma anche VLC php myql apache) sono disponibili cosi come altre migliaia di programmi free o oss sono disponibili tipo Avyisynth per citarne uno a caso e di livello ben più elevato che non su Linux,e di ciò mi lamento e continuerò a farlo ogni volta che sento “windows è una cacca usa Linux che è molto meglio”.

    Ma quando mai, magari fosse così.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 7:14 pm

  27. beh quanto ti si dice usa ciò con cui ti trovi/che trovi maggiormente utile/che trovi piùidoneo alle tue esigenze

    più visione utilitaristica di questa…

    Non so poi, ma questa è una tua decisione, se vale la pena di emulare la stupidità dei post “Windows suck”…
    Di solito chi riconosce la stupidità di questi è capace di articolare un discorso senza dilettarsi nel flame, peraltro la nostra amata lingua ci permette di esprimere assenso o diniego senza ricorrere a locuzioni quali “fiera del crash” che ricordano un po’ troppo da vicina i falmmoni sul bsod che compare ogni 2×3

    Ma, come dici tu il blogh è tuo

    ps ricordati che non tutti fanno grafica di mestiere, uno statistico, un matematico, un fisico, ad esempio, hanno tutti gli strumenti su tutte le piattaforme (qualche script in più su *nix)

    Commento di shaitan — luglio 21, 2008 @ 7:27 pm

  28. Telperion è ovvio che tu sei libero di scrivere quello che più ti pare, mi domandavo solo qual era il fine della discussione.

    Non è una questione di religione o utilitaristica.
    Il mondo FLOSS offre quello che vedi.
    Il mondo CLOSED offre quello che vedi.

    Fatti i tuoi conti ed usa quello che più ti serve, ti aggrada, ti fa sentire meglio.
    Ma paragone patate e tartufi non ha alcun senso, e lo sai benissimo.

    Molti programmi open “hanno” come target un’utenza desktop, dal punto di vista delle possibilità, ma peccano dal punto di vista dell’usabilità. Certo non ne escono bene, ma quello sono, quelli sono gli sviluppatori, quelli sono i soldi che ci vengono investiti.

    A te per lavoro serve altro? Bene, usa altro.
    Se Mr.Ubuntu non investe nello sviluppo di qualcosa molto vicino all’approccio Mac os le sue prese di posizione non servono a molto.
    I programmi resteranno buggati, limitati e pure complicati.
    Ma possibile che i soldi debba metterceli Mr.Ubuntu e non RedHat o Novell?!

    Qualcuno ha interesse a fare di Linux un sistema desktop?
    Non mi pare.

    Se vuoi scrivere 3000 post su queste cose, buon per te.
    Credo che la maggior parte di coloro che usano questo s.o. ed il suo contorno da qualche tempo sapranno già darsi le risposte, senza per questo insultare Windows, Microsoft, Mac os, Apple, Linux, e tutto quello che ci pare.

    P.S.: il 95% delle applicazioni pro di Windows per Mac os mi pare un dato un po’ azzardato. Vai oltre il desktop publishing ed il multimedia, che anch’io ho detto supportate e “core business” di Apple, e vedrai che la situazione è un po’ più desolante.

    Commento di Xander — luglio 21, 2008 @ 7:28 pm

  29. E quindi? Accettiamo tutto cosi e stiamo zitti?
    Nemmeno su un misero blog letto da qualche decina di anime posso esprimere la mia critica ed insodisfazione sull’attuale Gnu/Linux-desktop?

    Bisogna uniformarsi tutto bello niente critiche, come per kde4, che ora che esce il 4.1, sostanzialmente uguale al 4.01, senza nulla di nuovo tranne qualche miglioramento grafico e tanti paroloni roboanti (si lo compilo l’svn so di cosa parlo) mentre la gente si aspetta chissà che, beh sai che madonne che tirano gli utenti che lo provano tra qualche giorno?!

    A quel punto tanto vale chiudere i blog stare zitti, infilare una volta all’anno una live appena uscita giusto per dire:

    Eh si! Bello, ma ancora non ci siamo.

    No io continuo a “lamentarmi” finchè ne ho voglia.
    Non servirà a nulla, non lo leggera nessuno,
    ma io intanto l’ho fatto.

    Io non voglio cambiare il mondo,
    voglio solo dire quel che penso.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 7:39 pm

  30. Bene oggi hai scoperto il concetto di costo opportunità… niente male! 😉
    Sai cosa… potresti investire un po del tempo (quindi denaro) che impieghi per scrivere questo genere di post nel migliorare progetti che credi ne abbiano bisogno. Tanto gratis per gratis a te non cambia niente… da come la metti è una mera questione economica.

    Commento di lele85 — luglio 21, 2008 @ 7:50 pm

  31. @lele85
    se fossi un programmatore (e non lo sono) non lavorerei mai gratis se non per qualche “cagatella” a tempo perso esattamente come gli altri programmatori in circolazione.
    Lo script makefusion9 è un esempio, qualche how-to i temi gtk emerald metacity che trovi nel blog eccetera, qualche bug segnalato al team beryl prima compiz/fusion poi, il fix ai pacchetti linux-headers generati da make-kpkg che non funziona, segnalato anche a debian bug e caduto nel vuoto.

    Il tuo contributo invece?
    Perchè a “filippiche” son bravi tutti.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 7:56 pm

  32. @telperion
    Ho scritto diversi how-to e alcuni PKGBUILD per archlinux, ho assistito ed aiutato moltissime persone nella configurazione e installazione di linux… sinceramente non mi sento di aver contribuito troppo rispetto a quello che ho “preso”.
    Considera comunque che a settembre inizierò un tirocinio per una soluzione linux embedded per il telemonitoraggio dei pazienti anziani (naturalmente il lavoro sarà rilasciato sotto licenza open).
    Ma il problema non è su “chi ce l’ha più grosso”.
    Il discorso riguarda il fatto che lamentarsi di “non si sa cosa” è un comportamento abbastanza discutibile. In questo modo finirai solo per allontanare quelle persone che vorrebbero ascoltare e seguire cose interessanti sul tuo blog e si ritrovano a doverle cercare tra “scleri” vaneggianti o banalità spacciate per scoperte clamorose.

    se fossi un programmatore (e non lo sono) non lavorerei mai gratis se non per qualche “cagatella” a tempo perso esattamente come gli altri programmatori in circolazione.

    Ecco allora non lamentarti del fatto che i “coglioni” che non si fanno pagare non lavorano abbastanza bene. Se credi che un programmatore non pagato non può fare bene allora adottane uno (se vuoi ti do il mio numero di carta di credito… mi propongo per essere adottato :P).

    Oppure molto più semplicemente compra il software che ti serve per campare e vivi felice…

    Commento di lele85 — luglio 21, 2008 @ 8:18 pm

  33. Il tempo di installazione e apprendimento di un software libero è per me tempo di svago e divertimento, non tempo sottratto al lavoro e quindi non un costo. Ripeto: parlo per me! 😉

    Commento di Daniele — luglio 21, 2008 @ 8:38 pm

  34. La questione è che troppi continuano a profetizzare che Linux può andare bene a tutti e c’é sempre un’alternativa valida.
    Non è così.

    Linux va bene, se ci si accontenta di software quali (Blender, Gimp, Openoffice..), se si ha hardware supportato(a volte parzialmente non è sufficiente), se non si utilizzano le DirectX, se non si fanno animazioni Flash, se, se, se..

    I “se” sono ancora tanti e chi fa finta di non vederli crea solo false aspettative, ed è controproducente per chi vuole promuovere seriamente Linux.

    Commento di grigio — luglio 21, 2008 @ 8:53 pm

  35. @Telperion
    Una mia curiosità che si discosta un po’ tanto da tutta la discussione in corso : più volte ho letto che vedresti bene un sistema basato su BSD, come mai?

    Commento di Bergoglio — luglio 21, 2008 @ 9:53 pm

  36. @Bergoglio
    BSD ha una licenza diversa, puoi come ha fatto Apple prendere tutto il codice modificarlo come vuoi e chiuderne una parte o tutto come ha fatto con OSX.
    Chi vuole fare un vero sistema *nix deve fare cosi.

    In contrast to the GPL, which is designed to prevent the proprietary commercialization of Open Source code, the BSD license places minimal restrictions on future behavior. This allows BSD code to remain Open Source or become integrated into commercial solutions, as a project’s or company’s needs change. In other words, the BSD license does not become a legal time-bomb at any point in the development process.

    Con linux per via della licenza GPL non si và da nessuna parte. Nessuna. Nerd e basta.
    Non si riesce neppure a inserire ZFS nel kernel !!!!!

    @grigio
    qualcuno che ragiona ancora c’è allora. I “se” con Linux ci saranno sempre, sono figli della licenza e non se ne esce.

    @lele85
    io ringrazierò sempre i programmatori volontari, ma se non hai gli occhi foderati di prosciutto ti rendi conto che contano come il due di picche. Chi decide e sviluppa sono i gruppi di lavoro stipendiati dai vari sponsor, non prendiamoci in giro con ste menate dei “volontari gratis”.
    Ti ho risposto in quel modo “brusco” ma visto il tuo commento 30, che pretendi?

    @Lex
    comprare una scheda madre è come comperare un pc. In abbinamento puoi comperare 1 licenza OEM di windows (quella che vuoi) e una di Office Basic OEM con evidente risparmio. Idem se compri un masterizzatore verifica che nel cd in dotazione ci sia una copia di NERO e PowerDVD o WinDVD.
    Perchè i 500 1000 euro che si sparano a destra e a manca sono fesserie. Qui un listino oem. Qui un altro. A titolo di esempio.

    @tutti
    continuate ad attaccare me, e continuate a non cogliere il problema, e certo se per “pc-desktop” intendete un pc da usare a casa per “cazzeggio” allora dovete informarvi un pò prima di parlare.

    Commento di telperion — luglio 21, 2008 @ 10:09 pm


RSS feed for comments on this post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: