Tecnologia e non solo

febbraio 15, 2008

Ntfs-3g

Filed under: Edicola,Varie — telperion @ 4:42 pm

Come altre volte detto qui e sul forum di ubuntu it,
con conseguente discussione infiammata con i consueti “difensori della fede FOSS”
ho espresso i miei dubbi sull’uso di ntfs-3g per scrivere
su partizioni NTFS contenenti dati importanti e/o il sistema operativo di MS.

Vi invito a leggere questo:
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1679113
(lasciando stare le ennesime boiate off topic sui complotti di vista)
o questo http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,162600.0.html
e ribadisco il consiglio di NON USARE ntfs-3g in scrittura su partizioni NTFS
contenenti dati importanti e/o il sistema operativo di MS,
ma al limite usatelo solo su partizioni che contengono SOLO DATI NON ESSENZIALI,
considerate anche che è un driver in user-space (FUSE)

New: built-in FUSE support by using a stripped down, integrated FUSE library

e quindi molto più lento di FAT32 o EXT2/3.

Poi come sempre:
fate voi.

Annunci

20 commenti

  1. Mah… Io ho passato grosse moli di dati fra le partizioni di XP e Ubuntu mediante ntfs-3g…

    … Non ho mai avuto problemi…Comunque buono a sapersi..

    Commento di attorianzo — febbraio 15, 2008 @ 4:58 pm

  2. anch’io è un anno che passo file tra xp e ubuntu e hard disk esterni formattati in ntfs e non ho mai avuto problemi…
    ci sono alternative per scrivere su file system ntfs?

    Commento di Martino — febbraio 15, 2008 @ 5:16 pm

  3. I problemi sembrano sopratutto con vista,
    e non ci sono alternative free.

    Commento di telperion — febbraio 15, 2008 @ 5:30 pm

  4. più che polemiche OT su vista (che magari non ha colpe, quantomeno volute) io valuterei lo scarso numero di test (la cosa più significativa di ntfs-3g) su vista…

    poi sicuramente fat, meglio…
    anzi io direi ext3 e tanti saluti

    Commento di shaitan — febbraio 15, 2008 @ 5:34 pm

  5. @shaitan: sono d’accordo, pero il soft stesso (nfts-3g) dovrebbe avvisare che scrivere sui dischi formattati con ntfs da Vista è estremamete pericoloso sperimentale e sconsigliato e potrebbe portare in alcuni casi alla perdita della partizione.
    Altrimenti un normale utilizzatore interpreta
    “grazie ad ntfs-3g puoi ora scrivere su partizioni ntfs”
    come “vai tranquillo amico, tutto ok”, cosa tutt’altro che realistica visto la natura “reverse enginering” del soft che quindi non ha le specifiche tecniche di ntfs che sono proprietà di MS, ma cerca di implementarle con l’osservazione del comportamento.
    E finchè non fà danni tutto ciò è molto bello, però i danni sono sempre possibili.

    Commento di telperion — febbraio 15, 2008 @ 6:01 pm

  6. Oltre a questo io, vista la situazione, non lo abiliterei di default con ubuntu… ora non so se l’installer può capire se il windows in dual boot è vista o altro…
    se non si può io lo non lo abiliterei e basta

    un problema come quello descritto su hwupgrade temo non sia il massimo di pubblicità soprattutto per un nuovo utente

    Commento di shaitan — febbraio 15, 2008 @ 6:09 pm

  7. Ma più che la pubblicità, bisognerebbe evitare sempre i danni, e mentre un driver video problematico ti corrompe la schermata, riavvi e cambi driver e sei a posto, idem per audio e schede varie, una scrittura “sballata” su un disco può farti perdere centinaia di GB di dati, quindi secondo me, bisogna andarci molto cauti, molto.
    L’evento è raro ma possibile.

    Commento di telperion — febbraio 15, 2008 @ 6:15 pm

  8. Ho Kubuntino che convive pacificamente con XP e ntfs3g che uso da tanto e non mi ha mai dato nessun tipo di problemi. Il problema a quanto pare è dato da Vista che si riconferma una ciofeca:)
    Xp è un sistema ormai anzianotto e credo sia la cosa più riuscita a microsoft dopo le correzioni del Sp2 e con l’Sp3 troverà ancora spazio su una mia partizicina, ovviamente in ambito videoludico.
    Xp è a tutti gli effetti la mia console da gioco…ho una installazione minimalista, con i soli driver audio video e firefox…riuscissi a farlo pesare come wine…Cmq. per non uscire fuori tema:

    Xp+Kubuntu+ntfs3g= sa da fare

    vista+kubuntu+ntfs3g=non sa da fare

    🙂

    Commento di monolite — febbraio 15, 2008 @ 8:08 pm

  9. @monolite:
    troppo facile.
    Vista funziona e non corrompe i dischi.
    Xp in dual non corrompe i dischi di Vista.
    Ergo NTFS-3g NON FUNZIONA BENE con vista.
    Quindi è NTFS-3g IL PROBLEMA.
    Questa è la realtà tecnica, senza filosofie spicciole
    paraocchi o visioni distorte delle cose.
    Sarebbe bene attenersi alla verità tecniche,
    e lasciare la filosofia ai filosofi.

    “Xp+Kubuntu+ntfs3g= sa da fare”

    è un rischio tuo, che io NON MI SENTO DI CORRERE
    come detto in più occasioni, se non su partizioni poco importanti.

    Pregherei chi vuole commentare a limitarsi alla parte tecnica,
    si stà parlando della sicurezza dei dati usando ntfs-3g,
    non della bontà di sistemi operativi, che nei loro settori specifici
    sono tutti buoni.

    Grazie.

    Commento di telperion — febbraio 15, 2008 @ 8:55 pm

  10. leggendo
    “Vista funziona e non corrompe i dischi.
    Xp in dual non corrompe i dischi di Vista.
    Ergo NTFS-3g NON FUNZIONA BENE con vista”

    mi viene da pensare che vista utilizzi funzionalità di ntfs che sono presenti in xp, ma quest’ultimo non le utilizzi di default nelle partizioni che formatta e quindi non sono state mai implementate in ntfs-3g.

    Commento di Francesco — febbraio 15, 2008 @ 9:13 pm

  11. io lo vedo da un po ormai anche in main line (in kernelspace) ma non ho idea di come funzioni 🙂
    il 3g lo uso da mo’ e non ho avuto problemi rilevanti, salvo la lentezza. C’e’ da dire che tengo i dischi ben deframmentati, comunque salvo errore mio (e pur conoscendo i rischi che sono ben evidenziati dagli stessi autori) non ho mai perso un solo kilobyte

    Commento di LuNa — febbraio 16, 2008 @ 9:47 am

  12. Perdono per essere uscito dal seminato…
    In ambito tecnico direi che ntfs-3g, parlando in termini di sicurezza dati, non mi ha mai dato problemi e non mi ha mai corrotto un file. Quoto Luna che dice che forse in termini di prestazioni è inferiore. Probabilmente il problema sta nel codice di Ntfs-3g che come si diceva non implementa tutte le funzioni nella gestione dell’ntfs come fa Vista e questo potrebbe causare dei rischi tra i due metodi di gestione.
    In linea di massima per la sicurezza dei propri dati sarebbe in effetti meglio lasciare che ogni Os gestica il tipo di partizionamento per cui è stato concepito, nf,fat,ext, quale sia o comunque avere la certezza che gestica anche gli altri tipi ma in modo certificato.
    Detto questo, pur sapendo di correre dei rischi, ho testato per un anno ntfs-3g con successo. Porto la mia esperienza negativa in fatto di perdita di dati nell’occasione in cui persi quasi 80 giga, ma allora avevo solo XP. Le cause sono comunque molteplici nella perdita di dati e non imputabili ad una sola.
    Spero di non essere usciti dal tema del post questa volta.
    Grazie…

    Commento di monolite — febbraio 16, 2008 @ 10:58 am

  13. sul forum di ubuntu si suggerisce che vista usi un versione differente di ntfs (NTFS 6.0) da lì la differenza di comportamento, danni etc…

    mi sembra una spiegazione abbastanza probabile anche se lascia aperti tutti i problemi sull’abilitare di default ntfs-3g su ntfs 6.0

    Commento di shaitan — febbraio 16, 2008 @ 11:11 am

  14. Ragazzi,
    vista usa un nuovo tipo di ntfs!!

    infatti mai usare programmi di partizionamento che non siano appositamente scritti per vista e il suo fs,
    quindi il partition magic che funzionava su xp!!

    Commento di allanon — febbraio 18, 2008 @ 1:01 am

  15. cioe, ho scritto male,
    quindi neanche il partition magic che andava su xp puo’ agire sulle partizioni ntfs di vista

    Commento di allanon — febbraio 18, 2008 @ 1:01 am

  16. Mi sembra chiaro che NTFS possa variare ad ogni nuova versione e/o service pack di Windows senza particolare avvisi, visto chè è un formato chiuso che ovviamente MS sa come trattare.
    Motivo in più per usare con la massima cautela questi tool derivati da “osservazione” dei driver MS.

    In questo caso specifico non bisogna contare se 1.000.000 di scritture sono andate a buon fine, ma se anche una sola scrittura ha portato alla perdita della partizione.

    Io la penso così.

    Commento di telperion — febbraio 18, 2008 @ 5:51 pm

  17. Una valida alternativa:
    fare partizioni ext2
    usare questo driver in windows per leggere/scrivere
    http://www.fs-driver.org/index.html
    Discussione:
    http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1683503

    Anche se si usa ext2 non mi sembra ci siano particolari limitazioni rispetto ad ext3
    http://it.wikipedia.org/wiki/Ext2

    Invece per leggere partizioni Ext3 da Windows ottimo questo tool
    http://www.diskinternals.com/linux-reader/
    segnalato a suo tempo da LuNa.

    Commento di telperion — febbraio 21, 2008 @ 8:00 pm

  18. Anche se si usa ext2 non mi sembra ci siano particolari limitazioni rispetto ad ext3

    no infatti è identico, salvo il giornale (alla faccia della limitazione) 😀

    Commento di LuNa — febbraio 22, 2008 @ 7:26 am

  19. Beh se usi Fat32 il “giornale” non c’è comunque ed hai il limite di dimensione dei file, frammentazione e nessuna gestione dei permessi.

    Alla fine ext2 per una partizione di scambio mi sembra la soluzione più efficente/sicura.

    Commento di telperion — febbraio 22, 2008 @ 11:23 am

  20. sarà… io lo uso su leopard e sembra andare bene…ma nonostante i 4 core e i 4gb di ram è piuttosto lento… =(

    Commento di Naino — marzo 26, 2009 @ 5:29 am


RSS feed for comments on this post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: