Tecnologia e non solo

dicembre 26, 2007

… emergete, essi emergono!

Filed under: Gentoo — telperion @ 5:59 pm

gentoo

Continua la messa a punto della Gentoo ~x86
e nonostante le perplessità di qualcuno,
tutto procede piuttosto bene.

gentoo

Installati kernel vanilla 2.6.23.12, iptables, pg2, firestarter, wine,
gli immancabili ed irrinunciabili k3b e amarok (ma quanto è “scarno” brasero?!)
con tema di icone kde uguale a quello gnome e kde localizzato in italiano,
kdenlive avidemux oltre a tutti i player video, sun-jre, openoffice-bin,
l’immancabile recoll.

gentoo

Per i meno amanti della shell anche Porthole, intefaccia gtk per portage,
anche se non lo uso mai preferendo la riga di comando.
Nella foto lo vedete mentre copre Virtualbox in esecuzione con XP.

gentoo

Anche le frivolezze non mancano, ecco il bzr di awn compilato con ebuild,
mentre per gli extras non c’è stato verso e sono stati compilati “a mano”

La variabile USE si stà stabilizzando e tutto il sistema è coerente.

Ricordate la famigerata libreria xcb, senza la quale Compiz/fusion
deve essere compilato con la patch no-xcb?
Bene un colpo di USE ed ecco:

xcb

Ovviamente io ancora non la uso, restando alla versione patchata,
ma alla bisogna…

Che dire, sono soddisfatto, ripeto i lunghi tempi di compilazione
sono un grave handicap non ripagato da alcun aumento di prestazioni,
ma se avete tempo e pazienza, è molto divertente,
specialmente in questi periodi dove non si muove granché.

🙂

16 commenti

  1. E’ proprio come hai detto te: senza aumento prestazionale non ne vale la pena =). E’ sufficiente usare qualcosa una distro come Arch progettata per i686 per avere quel pizzico di ottimizzazione che basta e avanza.
    Cioè, è vero che è sempre divertente provare qualcosa con una filosofia particolare ma mi chiedevo: se proprio uno vuole passare il tempo a compilare, a questo punto penso sia più divertente compilare le versioni svn di GNOME e KDE. Io lo sto già facendo con KDE4, ma più che altro vorrei settare una delle mie partizioni su disco per usare la JBuild di GNOME. Provare codice fresco può essere davvero interessante a volte.

    Ovviamente non è riferito alla tua esperienza con Gentoo, era più una riflessione ad alta voce =D

    Buone Feste Telperion.

    Commento di stefanauss — dicembre 26, 2007 @ 6:37 pm

  2. E alla fine dei 3 post che cosa è emerso?😛 il tuo make.conf ad esempio lo vorrei vedere sono curioso…

    ps che ne dici per uno scambio di link nel blogroll?

    Commento di simo_magic — dicembre 26, 2007 @ 6:47 pm

  3. @simo (e a chi interessasse)

    http://pastebin.com/f55af423e

    /etc/make.conf
    /etc/portage/package.use

    e profilo.
    😉

    Commento di telperion — dicembre 26, 2007 @ 8:09 pm

  4. Premetto: io utilizzo felicemente gentoo stage1, e la tengo sempre aggiornata.
    Non convengo sull’importanza del fattore “tempi di compilazione” inquanto è sempre possibile utilizzare pacchetti precompilati (malgrado non si possa valutare l’influenza delle USE).
    E’ predominante il tempo che va impiegato per l’ottimizzazione del tutto a formare un sistema coerente (dover far funzionare anche solo lm_sensors spesso è impresa di ore…) ma una volta funzionante secondo me è il top: si è ben consci di ogni parametro di configurazione, della struttura ecc. Il sistema è completamente trasparente (anche x’ lo si è creato pezzo per pezzo).
    Per quanto riguarda le prestazioni va detto che non c’è un particolare vantaggio nell’utilizzo di una gentoo o di una distro come arch SE BEN CONFIGURATA.Ma mi chiedo: chi confronta le prestazioni di due distro diverse, compila il kernel per entrambe? E se lo compila, mica userà genkernel, vero? Altrimenti non ci siamo capiti bene sulle motivazioni della velocità di gentoo….

    Commento di Tujo — dicembre 26, 2007 @ 8:31 pm

  5. Si il kernel è lo stesso (vanilla) per tutte le distro che ho, configurato nello stesso modo, e onestamente, vanilla o default, ripulito dai moduli superflui o “superciccio ubuntiano” su un pc non paleolitico non cambia praticamente nulla.

    Commento di telperion — dicembre 26, 2007 @ 8:59 pm

  6. @telperion: come mai la scelta sul vanilla e non sul gentoo-sources?

    Commento di Lobotomia — dicembre 26, 2007 @ 9:42 pm

  7. Sono della convinzione che la velocità di una gentoo-box sia dovuta a: kernel ben compilato (quindi escludiamo *buntu ecc), ottimizzazione delle risorse hardware e “plasmazione” del sistema rispetto alle proprie necessità.
    Ora, ottimizzazione delle risorse hardware ci siamo abbastanza, ma x quanto riguarda la plasmazione….
    Poi è ovvio che si parla di differenze minime, su questo non ci piove… Soprattutto su sistemi non obsoleti. Oltre al fatto che stessa distro stesse opzioni abilitare 2 effetti grafici in più rallentano; magari non lo si nota subito, ma dopo aver aperto amule, azureus, firefox, oocalc, oowrite, acroread… con magari un bel file di oocalc da 250Mb (come mi capita causa università) allora la prestazione estrema può tornare utile.
    Per chi usa firefox x leggere le mail, amule x scaricare qualcosa e al massimo si cazzeggia (utilizzo medio di un desktop) allora può essere meglio non perdere 1/4 di fegato durante l’installazione.

    No?

    Commento di Tujo — dicembre 26, 2007 @ 11:16 pm

  8. @Lobotomia
    ho anche il gentoo ma per “tradizione” con il mio hardware uso il vanilla su tutto (Sid Archlinux Ubuntu Gentoo).

    Commento di telperion — dicembre 26, 2007 @ 11:17 pm

  9. telperion, la guida ufficiale😛
    cmq:
    http://gentoo-wiki.com/HOWTO_Create_an_Updated_Ebuild
    http://devmanual.gentoo.org/

    Commento di Lobotomia — dicembre 27, 2007 @ 1:12 am

  10. Grazie Lobotomia.😉

    Commento di telperion — dicembre 27, 2007 @ 5:11 pm

  11. Scusa telperion….le immagini di alizee in AWN che vanno su a semicerchio come nel mac😀 è un applet vero?

    Come faccio a metterla? c’è un pachettino già fatto?😛

    Ciao fammi sapere, e acnora auguri

    By Guly

    P.s ora uso awn dai repo uffciali dello sviluppatore…ma non credo sia la versione bzr….

    Commento di guly — dicembre 27, 2007 @ 8:42 pm

  12. @Guly:
    è l’applet STACK del pacchetto avant-window-navigator-extras con l’opzione “usa interfaccia sperimentale” o “curved gui layout” nelle ultimine bzr.

    Commento di telperion — dicembre 27, 2007 @ 8:53 pm

  13. MODERATO.
    Che noia questi commenti infantili.
    Il pc è mio e metto il tema Vistoso o Maccoso che mi pare.
    Con buona pace di tutti quanti.

    Commento di Kenshemo — dicembre 28, 2007 @ 12:11 pm

  14. Ciao telperion….ho scoperto che il pachetto “avant-window-navigator-extras” è solo x gentoo….mentre x ubuntu lo stesso pachetto con le stesse applet si chiama…”awn-core-applets-bzr” bha….cmq ho guardato meglio è in effetti c’è proprio l’applet chiamata “STACK”

    Scusa la mia ignoranza…ma non ho capito come usarla cioè….ho messo interfaccia sperimentale poi ho provato ad aprire una cartella con tutte foto (credevo che me le faceva vedere a semicerchio come anteprima)invece non succede nulla….
    Allora ho trascinato le foto dentro all’applet è in effetti una volta caricate dentro a mano, dopo si vedono come nel tuo esempio sopra…scusami o io sbaglio ad usarla o non ho proprio capito a che accidenti serve sta applet😛 do sta l’utilità?

    Grazie fammi sapere…..

    Commento di guly — dicembre 28, 2007 @ 8:31 pm

  15. Guly il soft è awn-extras
    https://launchpad.net/awn-extras
    il pacchetto dovrebbe chiamarsi

    awn-extras-applets-trunk come da changelog ufficiale,
    se poi lo impacchettano con altri nomi …

    Nello stack devi impostare una cartella di back-end (che conterrà i file) poi invece di lasciarli sulla scrivania in disordine li sposti li.

    Puo fare anche più stack ogniuno con la propria cartella.

    Commento di telperion — dicembre 28, 2007 @ 9:04 pm

  16. ok…grazie sembra funzionare….

    ti ringrazio x le info e ti auguro Felice Anno Nuovo😛

    By Guly

    Commento di guly — dicembre 29, 2007 @ 2:41 pm


RSS feed for comments on this post.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: