Tecnologia e non solo

dicembre 13, 2007

Cheese!!! Click!

Filed under: Temi,Varie — telperion @ 8:56 pm

Per gli “impavidi” utilizzatori di Virtualbox (versione “casta” od “ose”)
ricordo la formidabile “putenza” dello “snapshot”

virtualbox snapshot

Potete creare un’istantanea del sistema installato,
procedere con “attività perigliose” e se ne uscite indenni
potete cancellare lo snapshot e le variazioni saranno applicate all’originale,
oppure cancellare le modifiche in caso di disastro o non soddisfazione,
ritornando alla situazione originale, “bella ed intonsa”.

Se non lo provi non capisci a cosa stai rinunciando.

Tutti i particolari in cronaca al capitolo 3.4.4 del “fottuto manuale”.

🙂

Annunci

4 commenti

  1. in pratica il caro e vecchio backup 😉

    Commento di simo_magic — dicembre 13, 2007 @ 8:58 pm

  2. Più semplice ed efficace, le modifiche le scrive su un file a parte, poi se elimini lo “snap” le applica all’hd virtuale e cancella il file, se elimini le “modifiche” cancella il file e lascia l’hd virtuale inalterato.

    Commento di telperion — dicembre 13, 2007 @ 9:02 pm

  3. Speriamo che non si comporti come in vmware-server dove il pulsante “Revert” se schiacciato per sbaglio riporta allo snapshot SENZA avviso 😦 il che per me ha significato 1 giorno di lavoro in fumo…
    In VirtualBox mi sembra ci sia il revert solo a macchina spenta, almeno mi pare.
    Il fatto poi è che i “fottuti manuali” si leggono solo a pane cotto, come si dice dalle mie parti 🙂

    Commento di Antonio Doldo — dicembre 13, 2007 @ 11:24 pm

  4. Antonio: come vedi nella “diapositiva” cancellando lo snapshot (selezionato) applica le modifiche al disco virtuale (quello che sta facendo)
    Se invece cancelli “stato attuale” riposta allo stao pecedente poi puoi cancellare lo snap.
    Il tutto sempre a macchina spenta.

    Commento di telperion — dicembre 14, 2007 @ 12:19 am


RSS feed for comments on this post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: