Tecnologia e non solo

giugno 3, 2007

Beryl è la killer application. IV

Filed under: Beryl,CompComm,Fusion,OpenCompositing — telperion @ 8:33 pm

CompComm
non è Compiz+Beryl

Compiz resta Compiz.

Con Compiz Git puoi installare:
gli add-on
plugins-configuratori-manager-emerald
che poi sono quelli di Beryl
convertiti per funzionare col core compiz,
che si chiamano (in attesa di un nuovo nome)
CompComm.

Come vedete non c’è stato alcun merge,
visto che Compiz può funzionare anche
senza alcuna aggiunta
nel modo classico.

Si è solo eliminato un concorrente pericoloso
“inglobandolo” e mettendolo in un angolo,
esattamente come fa, la tanto criticata Microsoft
con i suoi concorrenti.

MEDITATE.

Ben venga Kde 4
a spazzare via questi squallidi giochi di potere.

Uno gnome user,
molto incazzato sul fatto specifico,
ma che nella pratica,
usando ancora proficuamente Beryl,
se ne frega di questi giochetti.

Che squallore.

Beryl è la killer application
CompComm: uno sguardo.
Altri articoli su Beryl

3 commenti

  1. Lapidario, ma al momento hai reso l’idea più di mille altri blog.

    Impara l’arte e mettila da parte = Impara beryl e mettilo da parte

    Commento di NevidS — giugno 3, 2007 @ 11:37 pm

  2. Il team di Beryl ha scelto di tornare all’ovile, se il progetto originario era Compiz è normale che le cose siano andate così. Gli sviluppatori hanno deciso di loro spontanea volontà senza essere costretti da nessuno. Sì è parlato fin da subito di una divisione in core (compiz) e plugin (ex-beryl)

    E la cosa meno importante di tutte è il nome, CompComm (o come si vuol chiamare) mi sembra venga su abbastanza bene.

    Commento di Tyler — giugno 4, 2007 @ 1:45 am

  3. Leggendo qua e la non mi e’ sembrata una cosa “di loro spontanea volontà”… ma tanto la verità la sanno solo i dev e se la sono raccontata nelle loro mailinglist/forum interni…

    A me sinceramente ha lasciato un attimo perplesso il fatto, beryl era andato ben oltre compiz, compiz sarebbe stato anche un buon prodotto, ma mancava totalmente di interfaccia utente, Beryl invece ha una sua GUI di configurazione abbastanza idiot-proof e si adattava molto meglio all’X in uso e/o al modulo GL in uso (nvidia, intel, ati, generica, etc.).

    Scaricato, compilato e provato CompComm mi sono trovato di fronte al vecchio compiz, dove per configurare devi ancora andare a manina di script, oltretutto sul mio hardware (nvidia) andava pure peggio del beryl 0.2 precedente. A cui sono tornato.

    Commento di Sythos — giugno 4, 2007 @ 11:23 am


RSS feed for comments on this post.

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: