Tecnologia e non solo

aprile 24, 2007

Perchè Linux non può (ancora) sostituire Windows? II

Filed under: Edicola,Humor — telperion @ 9:35 pm

Vi segnalo questo esilarante pezzo postato da Flapane in forum.ubuntu-it:

 

Riporto questo post beccato su un blog che, al di là di alcuni aspetti condivisibili o meno, mi ha fatto scompisciare immaginando le disavventure di questo “sfortunato utente”

 

NORMAN BATES – 22 MARZO, 2007

Perche’ scegliere linux? (si fa per dire…), adesso ve lo spiego con una bella storia.

Scelgo una distribuzione fra le mille, proprio come nelle fiabe da narrar.

Parte l’installazione pseudo-automatica, dico pseudo perche’ mi fa delle domande un po’ strane.

Mi chiede di impostare la “root” e lo “swap”….hummm e queste adesso che sono?

Chiedo alla nonna se abbia mai sentito parlare di swap, ma lei mi risponde con un altra domanda del tipo: “a mano o in lavatrice?”

Faccio l’orecchio del mercante e spingo invio senza sapere e questo mi devasta le tabelle delle partizioni in cui avevo anche windows e adesso tutto e’ perduto.

Cambio allora distribuzione e ne cerco una che non mi chieda la root o lo swap, sono fortunato, l’ho trovata! Pero’ questa mi chiede quali periferiche montare e mi fa un elendo di “hd5″ o qualcosa del genere.

Me ne vado ad intuito, quindi spengo un attimo il computer, estraggo l’hardisk e lo metto nelle mutande e ci appoggio sopra le mie sotto coppe pelose per circa 15 minuti che credo siano sufficienti per montarlo.

Arriva mia nonna che mi becca in atteggiamenti equivoci con il mio hardisk, gli spiego che lo stavo montando e lei mi suggerisce di usare lo sbattitore che e’ in cucina nel secondo cassetto e di aggiungerci 2 uova.

Nutro seri dubbi riguardo a questo tipo di montaggio, cosi’ lo rimetto a posto. Riparte l’installazione ma nulla da fare, sono al punto di prima, cosi’ gli do l’invio e sembra funzionare; adesso l’installazione continua.

Mi chiede ancora delle cose di cui non conosco il significato e intanto e’ gia’ passata un’ora, mi “parla” di “kernel”, “pacchetti”, “librerie” e “dipendenze delle librerie”……..

Non sapendo a quali librerie si riferisca , in fretta e furia prendo dalla libreria dei libri a caso e incomincio a sfogliarli ma non ci trovo nulla che possa servirmi, cosi’, in modo spudorato e senza controllo spingo sempre il tasto enter e vado avanti anche quando mi chiede di “kde” e di “gnome”, anche se, quest’ultimo lo conosco perche’ mia nonna mi raccontava sempre delle belle storie sugli gnomi.

Adesso mi vuole installare “lilo” oppure “grub”, non so quale scegliere, mi piace piu’ “lilo” e lo clicco.

L’installazione e’ terminata con successo….sono rincuorato, dopo un’ora e mezza passata in domande tipo “chi vuol essere milionario”!!! con l’unica differenza che non ho vinto nulla ma in compenso ho gia’ un ciuffo di capelli in meno.

Il computer si riavvia, appare una schermata nera, metto user e pass ma la schermata e’ sempre nera; mi chiedo che sara’ successo….

Riavvio un attimo, torno in window e cerco info su internet, e’ scritto che devo digitare “startx” nella schermata nera cosi’ riavvio e scrivo “startx”; finalmente il sistema si carica. sembra bello, tutto colorato, sono felice perche’ finalmente posso ammazarmi di seghe davanti a internet, pero’ prima devo installare la wireless usb.

Il sistema, che prima mi chiedeva un sacco di cose adesso all’improvviso e’ diventato muto, la periferiche ci sono ma non si vedono, non mi ha chiesto i driver; forse e’ installata o forse no, ma dove c*** devo guardare per darmi delle risposte?

Torno in windows, cerco nuovamente in rete e mi dicono che non ci sono i driver per la mia wireless ma che posso farla funzionare usando i driver di windows ma che pero’ devo scaricare una utility chiamata “ndiswrapper”.

La scarico sul desktop di windows e torno in linux. vado nella gestione dei dischi per prendere l’utility appena scaricata, quando mi accorgo che non ci sono dischi ad eccezione di quello in cui e’ installato linux. “ma dove c*** sono finiti”, forse dovevo usare lo sbattitore come mi aveva detto mia nonna!!!

Ritorno in windows, e metto il programma sulla penna e fortunatamente linux la rileva e cosi’ posso finalmente usare “ndiswrapper”

Non capisco, non ci sono exe, ma dei “makefile” “shell”, ed altre cose strane, “ma porca miseria!!!!”

Leggo come si istalla e mi dice che devo specificare il “kernel source” e che devo installare gli “header”, che minchia e’ sta roba, maledizione!!!!

Sono passate 2 ore, ma finalmete dopo aver fatto per 50 volte windows-linux e linux-windows, capisco come si installa header e source del kernel.

Fatto! finalmente sento che sto per farcela!!!

Parte l’installazione di ndiswrapper, ecco, pronti partenza……….viaaaa!

Mio dio !!!! non e’ cosi semplice come pensavo, qui c’e’ l’inferno!!

Mi dice che non trova il comando “make”, allora installo il make.

Mi dice che mancano le librerie, cosi’ installo le librerie.

Mi dice che mancano le dipendenze per le librerie, ed io installo ogni tipo di dipendenze anche quelle dei migliori morti che tiene linux e maledetto a me e che l’ho messo….!!

Il kernel non e’ aggiornato, cosi’ lo aggiorno.

Il fatto di scriver tutto a riga di comando inizia ad innervosirmi, mi sono rotto i coglioni ma per principio voglio arrivare alla fine.

Studio, leggo, imparo, installo, ma continua a darmi un sacco di errorri riguardo a simboli non risolti!!!

Sono rimasto con pochi capelli e 3 ore stanno per passare.

Finalmente dopo aver sofferto per ore per una m**** di wireless usb, riesco ad installare ndiswrapper.

Non sapete, pero’, la soddisfazione che si prova dopo tutta questa sofferenza nel vedere che la chiavetta wireless non funziona lo stesso!!!!

Me…., linux o come ti chiami: “ma vai a fare in culo!”

 

🙂

 

Annunci

9 commenti

  1. Dai onesti:
    quanti di voi sanno programmare il videoregistratore vhs
    o dvd (stand alone) per registare un programma?
    Quanti conoscono “tutte” le fottutissime funzioni del telefono cellulare?
    Quanti sanno programmare “la lavatrice”?

    Meditate quando la fate facile,
    qualcuno sta ridendo di voi!

    Commento di telperion — aprile 25, 2007 @ 4:13 pm

  2. pero’ manca una cosa fondamentale .. che distro e che versione e’ … se il tizio ha provato slack 1 con kernel 1.10 .. be’ .. se e’ riuscito a far funzionare ndsw e’ un mago ..
    se prendo windows 1 e provo a farlo funzionare ora .. credo proprio che sul mio picci non vada proprio

    mm dice che linux gli ha spianato windows .. se invece prova ad installare windows che succede? non spiana uguale quello che non e’ winzoz ?

    @teleperion
    io
    sinceramente basta leggere le istruzioni (a meno che siano in giapponese … ) ed essere single .. poi tutte le cose ci riescono .. magari le prime volte fai casini .. (del tipo mutande e calzini a chiazze rosse e gialle … ) 😉

    Commento di kijio — aprile 30, 2007 @ 10:09 am

  3. @kijio il cabaret è cabaret. Si prendono dei fatti e si ingigantiscono, si distorcono volutamente allo scopo di far ridere e riflettere su certi meccanismi “complessi”. Mi sembra evidente che il post è “finto”, scritto da uno che linux lo conosce abbastanza bene, con il solo scopo di farci ridere un po.

    Commento di telperion — aprile 30, 2007 @ 11:51 am

  4. @ teleperion
    emm si si ma il mio commento era sarcastico ed ironico .. altrimenti come lo spieghi il fatto delle mutande? 😛

    Commento di kijio — aprile 30, 2007 @ 5:34 pm

  5. grazie per la pubblicazione 😀

    Commento di Flapane — maggio 6, 2007 @ 9:01 pm

  6. […] la saga. Questa volta un esilarante pezzo tratto da […]

    Pingback di Perchè Linux non può (ancora) sostituire Windows? III « Tecnologia e non solo — maggio 22, 2007 @ 1:48 am

  7. Torno a ripetere: se non sapete neanche com’è fatto un pc lasciate perdere di fare qualsiasi cosa e usate windows ed i suoi 1000 programmi pagandoli perchè ve lo meritate. E ringraziate chi ha reso semplice crakkarli!

    Commento di pippopazzo — maggio 23, 2007 @ 5:06 pm

  8. esilarante?
    se è cabaret, siamo ai livelli pietosi di cipollino.
    blog frequentatissimo, peraltro

    Commento di mara — maggio 27, 2007 @ 8:51 am

  9. @Mara: certo che è esilarante.
    E’ chiaro che:
    1) chi lo ha scritto conosce abbastanza bene Gnu/Linux ed ha voluto fare dell’ironia su certe “complicazioni macchinose” che tutt’ora esistono.
    2) è rivolto a chi conosce Gnu/Linux, altrimenti c’è poco da ridere non comprendendone i meccanismi.
    3) Si chiama “satira

    In un mondo che si prende veramente troppo sul serio,
    siano i benvenuti questi articoli dissacratori.
    Gnu/Linux non è ne un dogma ne una religione.
    Ci si può ridere sù tranquillamente. Anche amandolo.

    Commento di telperion — maggio 27, 2007 @ 1:47 pm


RSS feed for comments on this post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: