Tecnologia e non solo

agosto 8, 2007

Fusion: Avviso ai naviganti 6 e logo ufficiale.

Filed under: CompComm,Compiz-core,Fusion — telperion @ 8:50 pm

Direttamente dal blog ufficiale

Compiz Fusion Community News Edition 11, for August 07, 2007 :
New logo and new animations August 8, 2007


Da segnalare:

Bug profili risolto e nuove animazioni già vi ho detto.

Profili ora in ~/.config/compiz/compizconfig invece ~./compizconfig
già ve lo ho detto.

La parte interessante è

- XCB dependency added to compiz. Unfortunately that means that compiz-git will no longer build, because it requires something that most distributions don’t actually have (Confirmed distros : Fedora, Ubuntu, Debian). You will have to use version 0.5.2, or the 0.6 git branch of compiz.

Trodotto “alla limoncello”

E’ stata aggiunta la dipendenza a XCB a compiz.
Sfortunatamente Fedora, Ubuntu, Debian non hanno la libreria attualmente,
e di conseguenza Compiz git non si compila più.
Dovete quindi usare la versione 0.5.2 oppure il ramo 0.6 del git.

Mò mi informo sul ramo 0.6. (Ok, c’è il branch stò testando lo script).

E ancora:

Release soon:
Just some more news. With the artwork contest finished, I assure you that we can expect a release very soon. This will be a milestone for the Compiz Fusion team, as it our first official release. The release will be based on compiz-core-0.5.2

Limoncello mode:

Con i loghi decisi molto presto
verrà rilasciata una release ufficiale (la prima) di Compiz Fusion,
che sarà basata sul core 0.5.2

(contento LuNa?)

Stay tuned.

Ah dimenticavo se vi interessa il logo ufficiale é

compiz fusion logo

Altri articoli su Fusion

About these ads

24 commenti

  1. Luna contentissimo
    e non penso solo io :D

    speriamo che canonical con la pazza scelta di averlo messo di default abbia fatto la cosa giusta

    @limoncello mode: ahahahah fantastico :D

    Commento di LuNa — agosto 8, 2007 @ 9:35 pm

  2. va bene i git a manetta, ma una release stabile non fa male a nessuno, dai :D

    Commento di bastianazzo — agosto 8, 2007 @ 10:15 pm

  3. […] Lasciando perdere le ultime mosse strategite di Mr. Compiz nella versione di sviluppo 0.5.3 che per chi bazzica nel losco ambiente git di compiz-fusion&Dintorni sa a cosa mi riferisco e per essere chiaro […]

    Pingback di Dopo il nome arriva il logo ed ora aspettiamo un rilascio stable ! Compiz-fusion per gli amici Con-Fusion « O.S. Revolution — agosto 9, 2007 @ 2:33 am

  4. scusate la mia ignoranza ma a cosa serve aggiungere la dipendenza a xcb (e cosa è che la usa) se le distro piu diffuse non ce l’hanno? che senso ha aggiungerlo neòòa 0.5.3 e poi rimuoverlo nella versione 0.6?

    Commento di Attila — agosto 9, 2007 @ 9:45 am

  5. @Attila: XCB è un “wrapper” (un’interfacciamento) al server grafico scritto in C. Dovrebbe garantire tra le altre cose, bassa latenza, accesso “quasi” diretto al suddetto server, miglior supporto al multithreading (molteplici operazioni contemporanee) ed estensibilità (possibilità di aggiungere nuovo codice, non è esatto ma: come se tu potessi metterci dei “plugin”)

    Commento di LuNa — agosto 9, 2007 @ 11:44 am

  6. beh ma quanto ci vuole a fare un pacchetto con XCB per Debian etc etc?

    Commento di Lobotomia — agosto 9, 2007 @ 12:13 pm

  7. @Lobotomia
    il pacchetto nulla … ma poi servirebbe rifare il resto per abilitare il supporto ad xcb e non parlo di compiz&company ma di X&company

    Commento di imu — agosto 9, 2007 @ 12:19 pm

  8. @Attila: come dice LuNa,
    teoricamente ha senso metterlo perché ottimizza i collegamenti con X server.
    Il problema è che nessuno usa quella libreria
    perchè (almeno su Debian e Ubuntu) ha un sacco di bug sopratutto con schede video Ati e Intel, e di incompatibilità.

    Ecco perché forse (finche non la vedo)
    fanno un ramo 0.6 che non usa quella lib,
    altrimenti nessuno userebbe più il compiz git,
    per “impossibilità tecnica”.

    Commento di telperion — agosto 9, 2007 @ 12:32 pm

  9. Ragassoli, il bello di Linux (fra le tante cose) sono le shared library.
    XCB è una funzionalità delle libX11, ed è presente come opzione in fase di compilazione solo in qualche altro pacchetto (Mesa, xine-lib, cairo e kaffeine per quello che ne so).

    Questo significa che basta ricompilare libX11 con supporto ad xcb (se ci si vuole fare proprio del male), e se proprio si vuole (persistere), ma non è necessario, anche mesa e cairo (per gli altri pacchetti è inutile farlo).

    Il problema ci sarebbe se si volesse togliere xcb dalle libX11 e mille mila pacchetti la usassero, ma per fortuna è il contrario.

    Il grosso problema è xcb è del codice immaturo, instabile, e che tende a schiantare i PC su cui è attivato con una frequenza che tende a raggiungere quella di Windows (qualunque versione va bene per l’esempio).

    Quindi l’unica soluzione è, continuare ad usare l’ultima versione di compiz senza xcb (0.5.2), o patchare compiz per non usare xcb (tanto per ora è molto limiato).

    Commento di Io — agosto 9, 2007 @ 12:37 pm

  10. @Lobotomia: sulla ricompilazione, come già detto:

    Dovete sapere che questo non è il modo corretto per risolvere il problema,
    e noi non lo incoraggiamo.
    Compiz Fusion funzionerà con Compiz 0.5.2 per l’immediato futuro.
    La libx11 è una libreria di sistema e cambiarla con una versione con xcb abilitato
    potrebbe causare problemi come ad esempio il mancato funzionamento di java.
    La versione 0.5.2 funzionerà perfettamente con gli ultimi plugin,
    e non avrete nessun vantaggio usando l’ultimo git.
    Se ricomplilate librerie e poi il sistema si spacca,
    poi raccogliete i cocci.

    Se i responsabili dei pacchetti di Debian Ubuntu Fedora
    hanno disattivato l’opzione, penso abbiano validi motivi (bug incompatibilità)
    non credi?

    Commento di telperion — agosto 9, 2007 @ 12:39 pm

  11. Qualcuno sa che comando git bisogna dare
    per scaricare un commit definito (se possibile?)

    tipo:
    git-clone git://git.freedesktop.org/git/xorg/app/compiz
    che mi scarica questo commit

    Un comando git intendo non scaricare lo snapshoot dal web interface.

    Ho provato un tot di cose leggendo la doc del git
    ma non sono venuto a capo di nulla.

    Commento di telperion — agosto 9, 2007 @ 2:12 pm

  12. questo ti serve per creare uno script che fa dei backup o qualcosa che ha a che fare con essi?

    Commento di simo_magic — agosto 9, 2007 @ 3:55 pm

  13. @simo_magic: per esempio per usare la 0.5.2 senza scaricare il src normale che mi ha costretto a cambiare molto lo script makefusion7.65 visto che il sorgente non ha l’autogen.sh.
    In più in caso di casini potrebbe essere possibile passare allo script delle variabili con cui scaricare “snapshoot” sicuri.
    Sempre che si possa farlo.

    Commento di telperion — agosto 9, 2007 @ 4:23 pm

  14. Se andate a vedere su debian experimental c’è il pacchetto libx11-xcb, proprio quello che serve per compilare l’ultimo git con xcb. Il problema è che potrebbe “scassare” un sacco di roba…a vostro rischio e pericolo!

    Commento di Cap. J. T. Kirk — agosto 9, 2007 @ 10:53 pm

  15. @telperion: non si potrebbe creare noi un ftp o http e adattare lo script ai “nostri” (tuoi,miei,suoi) shoot provati e assicurati ?

    Commento di LuNa — agosto 9, 2007 @ 11:07 pm

  16. @LuNa basta copiare la cartella dove tutto funziona
    e metterla da parte magari in un tar.gz (dicasi backup)
    poi si aggiorna se non va si ripiglia la cartella messa da parte e si ricompila quella che và.
    Non mi sembra complicato, anzi mi sembra “didattico”.

    @Kirk e tutta la Flotta Stellare:
    leggi risposta 10.
    in ogni caso su Ubuntu meglio se proprio “vuoi”
    ricompliare la 1.1.1 con xcb abilitato (ho fatto un post su
    opencompositing.org ma il forum ora è giù)
    anzichè la 1.1.3 che cambia anche di versione.
    Io comunque lo sconsiglio,
    ho una partizione in test e non cambia nulla.

    Commento di telperion — agosto 10, 2007 @ 12:44 am

  17. mi sa che reveman era in limoncello mode on quando ha scritto quel core :D

    Commento di LuNa — agosto 10, 2007 @ 1:12 am

  18. @LuNa se era in “limoncello mode”
    ora oltre al “cubo” avevamo anche la “sfera”.
    Putroppo era in “deprecated mode”. :)

    Commento di telperion — agosto 10, 2007 @ 1:59 am

  19. @Luna: grazie, e non ti preoccupare parla pure in informatichese che lo comprendo ;)

    @Telperion: non comprendo ancora però che senso ha mettere la dipendenza da xcb nel git 0.5.3 e toglierla nel 0.6 ma non mettercela per niente non era da persone piu sane di mente? :D

    Commento di Attila — agosto 10, 2007 @ 11:35 am

  20. @Attila: perchè forse Xcb serve a Raveman per fare cose più complicate più avanti e così vuole dare una scossa a fare implementare in fretta quella opzione che esiste già dalla versione 1.1.1 della libx11-6 (aprile 2007) ma che viene disattivata perchè ha dei bug 1 2 e crea problemi.
    Quanto al ramo 0.6 per ora è solo un annuncio nel blog ufficiale.
    Aspettiamo di vederlo prima.
    Per ora siamo “al palo” con la 0.5.2.

    Commento di telperion — agosto 10, 2007 @ 12:01 pm

  21. Ciao Telperion, mi chiedevo una cosa… io avevo usato il tuo script seguendo la guida di Illusion22, poi però ho avuto una serie di problemi, probabilmente perchè ho fatto qualche casino assurdo (seguendo un’altra guida ancora avevo rimosso “effetti 3d” di feisty :S
    Allora ero finito a utilizzare i repo di trevino e ho seguito il suo tutorial. Ora mi gira perfetto compiz che si aggiorna dall’iconcina della tray. E uso compiz icon e va. Però… nonostante io abbia installato compiz extra mi mancano un pacco fi plugin dal compiz config, come ad esempio cover flow e soprattutto le widget :( Pollycoke mi pare le abbia messe ma io uso faisty 64 quindi nisba :\
    Se uso il tuo script ora secondo te esce un casino? Mi conviene aspettare la versione finale? Con gli aggiornamenti poi va tutto a posto se uso il tuo script?
    Grazie, ciao

    Commento di Seth — agosto 11, 2007 @ 1:59 pm

  22. Seth: se vuoi provare
    rimuovi tutti i pacchetti di
    compiz fusion libdecoration0 emerald
    cerca con synaptic o adept e rimuovi tutti i pacchetti anche desktop-effect.

    Fatto questo (puoi sempre reistallarli)
    crea una cartella nella home, scarica l’ultimo makefusion7 (7.65)
    scompattatlo nella cartella fusion,
    dagli i permessi di esecuzione (proprietà permessi oppure chmod 755)
    poi come da istruzioni editi lo script mettendo il nome della distro
    e se hai kde vari i 2 parametri da cambiare, poi fai

    ./makefusion7 packages

    solo al primo utilizzo che scarica tutti i paccheti
    necessari alla compilazione.

    Poi
    ./makefusion7 clone
    che scarica il sorgente di compiz-0.5.2
    e tutti i sorgenti git delle altrea cose

    ed infine

    ./makefusion7 install

    che compila ed installa in 5-10 minuti circa
    il tutto.

    Con l’ultima versione che utilizza compiz-0.5.2
    funziona tutto perfettamente.

    Ricordati di non cancellare la cartella fusion,
    se vuoi aggiornare
    ./makefusion7 uninstall
    poi fai una copia della cartella se l’aggiornamento
    non funzionasse o funzionasse male.
    Poi fai
    ./makefusion7 clone
    ./makefusion7 install

    Se l’aggiornamento avesse problemi
    ./makefusion7 uninstall

    cancella la cartella fusion
    prendi quella copiata per sicurezza
    rinominala fusion e ridai

    ./makefusion7 clone ovviamente no
    ./makefusion7 install

    Per rimouvere il tutto
    ./makefusion7 uninstall

    Puoi continuare ad usare
    compiz-icon (devi scaricarlo a parte)
    se ti trovi bene.

    Commento di telperion — agosto 11, 2007 @ 2:45 pm

  23. Grazie :)

    Commento di Seth — agosto 11, 2007 @ 3:42 pm

  24. […] promesso branch 0.6 è al momento una cosa vuota con pochi commit rispetto alla […]

    Pingback di Compiz-Fusion: bianco che più bianco non si può! « Tecnologia e non solo — agosto 20, 2007 @ 3:20 pm


RSS feed dei commenti a questo articolo.

The Rubric Theme. Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 31 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: